Guardia di Finanza risultati operativi 2016

Oltre 20 milioni di euro di finanziamenti pubblici richiesti o percepiti illegittimamente; 72 persone denunciate; 400mila euro truffati al settore previdenziale e la denuncia di 6 persone.

Durante il 2016, le Fiamme gialle si sono occupate anche del più diffuso reato di truffa, realizzato mediante le autodichiarazioni o le falsificazioni dei presupposti, da parte dei privati, per ottenere prestazioni sociali agevolate, sia in ambito sociale che sanitario.

Importanti, per l'anno trascorso, alcune operazioni come quella di "Spazzatura Connection" e di contrasto ai cosiddetti 'furbetti del cartellino'. I funzionari pubblici coinvolti in tali vicende penali sono risultati 26. Denunciate 157 persone responsabili di 227 reati fiscali. Se nel 2015 gli evasori totali scoperti dalla guardia di finanza in Lombardia sono stati 860, nel 2016 sono passati a 822. Nella lotta al gioco ed alle scommesse illegali sono stati effettuati nr. Tra i casi più noti, si ricorderà quello di una società calcistica professionistica, che nella compravendita di calciatori, non presentava le dichiarazioni fiscali.

Nell'ambito di accertamenti svolti su delega della Corte dei Conti, segnalati sprechi o irregolari gestioni di fondi pubblici che hanno cagionato danni patrimoniali allo Stato per oltre 3milioni 800mila euro e segnalati alla magistratura contabile 45 soggetti per connesse ipotesi di responsabilità erariale.

Sono stati seguiti 33 accertamenti economico-patrimoniali antimafia a carico di condannati e indiziati di appartenere ad associazioni mafiose e loro prestanome ovvero indiziati di gravi reati di natura fiscale. I sequestri operati sono stati pari a 17 milioni di euro per il recupero di imposte evase, ma le proposte di sequestro avanzate sono stati per 38 milioni di euro. Sono state, inoltre, 91 le persone denunciate per riciclaggio, di cui 32 in stato di arresto. Sono stati segnalati 23 datori di lavoro alle competenti autorità amministrative, per sanare le posizioni versando i contributi dovuti e pagando le relative sanzioni. Sono state tolte dal mercato quasi 2 tonnellate di generi agroalimentari contraffatti o prodotti in violazione della normativa sul made in Italy. Le indagini sulle consorterie criminali hanno portato, altresì, a 2 arresti ed alla segnalazione all'A.G. di altre 97 persone, tra le quali 72 risultate responsabili di condotte mirate al "trasferimento fraudolento di valori".

CONTRASTO AI TRAFFICI ILLECITI - Sono stati sequestrati circa 600 chili di droga a carico di 189 delinquenti, di cui 59 arrestati. Nell'azione di contrasto all'usura sono stati denunciati 9 soggetti. Denunciati 88 soggetti, di cui 4 tratti in arresto, responsabili di 115 reati fiscali, l'80 per cento dei quali riguarda gli illeciti più gravi di emissione di fatture per operazioni inesistenti e dichiarazione fraudolenta, occultamento di documentazione contabile e indebita compensazione, a testimonianza dell'impegno dei Reparti del Corpo nei confronti dei fenomeni di frode ed evasione più complessi e articolati. In questo settore, da segnalare l'indagine che ha permesso di sequestrare oltre mezzo milione di capi d'abbigliamento non conformi agli standard di sicurezza previsti a livello nazionale e comunitario.