Escalation USA contro la Corea del Nord - Tutta una "Bufala"

Escalation USA contro la Corea del Nord - Tutta una

La comunità internazionale si interroga sui motivi che hanno compromesso il test missilistico ma come altri esperimenti simili che lo hanno preceduto, con molta probabilità sarebbe stato sabotato a distanza dagli Stati Uniti attraverso attacchi cibernetici di hacker dell'intelligence di Washington. Gli Stati Uniti condurranno infatti due test per mettere alla prova le loro capacità di abbattere i missili lanciati dalla Corea del Nord.

La Vinson, scrive il Nyt, arriverà in zona solo la prossima settimana, come ha precisato il Pentagono, creando non poco imbarazzo alla Casa Bianca che si era fidata della Difesa.

Il filmato, montato ad arte, mostra un missile balistico sparato dalla Corea del Nord che sembra attraversare l'Oceano Pacifico e arrivare fin sulle coste Usa, andandosi a schiantare su una non meglio precisata città americana. A portare il messaggio dell'amministrazione Trump è il suo vice Mike Pence, sbarcato oggi a Tokyo per la seconda tappa del suo viaggio asiatico che lo porterà anche in Indonesia e in Australia.

"Il presidente Trump - ha spiegato ancora Pence - è determinato a lavorare con il Giappone, la Corea del Sud e gli alleati nella regione, insieme alla Cina, per raggiungere una soluzione pacifica e la denuclearizzazione dell'intera penisola coreana".

La conferma arriva da un consigliere della Casa Bianca, il quale durante il volo per il Giappone, ha dichiarato che gli Stati Uniti avevano il controllo informatico sul Nord Corea sia prima che dopo il lancio fallito.

Questa la fotografia, confinata alla penisola coreana, presentata all'Onu dall'ambasciatore di Pyongyang che ha minacciato l'inizio di una guerra nucleare.

Pechino ha già invitato la Corea del Nord alla moderazione ma per ora senza risultato.

Ma Washington confida nella forza di dissuasione anche economica di Pechino, primo partner commerciale di Pyongyang.