Egitto, Al Sisi dichiara stato emergenza dopo duplice attentato

Egitto, Al Sisi dichiara stato emergenza dopo duplice attentato

Questi attacchi non sono i primi a colpire la Chiesa copta. In precedenza al Sisi ha ordinato il dispiegamento di unità speciali delle esercito per garantire la sicurezza nei luoghi più sensibili dell'Egitto. In Egitto, fra tre settimane è prevista la visita di papa Francesco, il 28 e 29 aprile. Lo stato d'emergenza sospende il diritto alle manifestazioni di ogni genere e le adunate di oltre cinque persone, consente fermi per un periodo indeterminato, estende i poteri delle forze di polizia, permette procedimenti giudiziari per civili a opera di tribunali militari. Nella seconda deflagrazione, davanti alla chiesa di San Marco ad Alessandria, a pochi giorni dalla visita del Papa, sono morte 17 persone e 48 sono rimaste ferite.

E' di almeno 45 morti e un centinaio di feriti il bilancio provvisorio delle vittime dei due attentati che in Egitto hanno insanguinato la Domenica delle Palme rivendicati dall'Isis riferisce Amaq, 'l'agenzia' dello Stato islamico. Al-Sisi, ha riferito l'emittente al-Ahram online, nella notte ha anche annunciato la creazione di un Consiglio supremo per combattere terrorismo ed estremismo. Quando il terrorista si è trovato davanti gli addetti alla sicurezza è tornato indietro, si è avvicinato al metal detector e si è fatto esplodere nei pressi dell'entrata. Lo ha detto il papa copto Tawadros II al premier Sherif Ismail che lo ha chiamato per presentargli le sue condoglianze per le vittime degli attacchi contro le due chiese copte.

Trump condanna attacco, fiducia in Al Sisi - Donald Trump si dice "rattristato per l'attacco terroristico in Egitto. Ho molta fiducia nel fatto che il presidente Al Sisi gestira' la situazione in modo appropriato". Il nome di 'battaglia' dell'attentatore di Alessandria è Abu al-Baraa al-Masri quello di Tanta, Abu Isaac al-Masri. Questi vili attentati hanno causato un tributo di sangue spaventoso in un luogo di pace: "questo ha reso l'atto ancora più vile e malvagio". "Il terrore sarà sconfitto e il governo è al fianco delle nazioni impegnate in prima linea a contrastarlo", ha concluso.