Eataly, un milione di euro per il restauro del Cenacolo di Leonardo

Eataly, un milione di euro per il restauro del Cenacolo di Leonardo

Il dipinto affrescato tra il 1494 e il 1497 sulla parete dell'ex refettorio del convento adiacente al santuario di Santa Maria delle Grazie a Milano è stato restaurato più volte nel corso degli anni, ma quello che si sta avviando è il primo restauro "ambientale".

Un milione di euro per il Cenacolo Vinciano.

"Ritengo che sia un dovere di chi opera nel nostro Paese, in Italia e ha avuto la fortuna di nascere in un Paese così straordinario; non ce la può fare lo Stato da solo a gestire un patrimonio così grande e ritengo che sia un dovere da parte di chi fa impresa, che ha avuto un po' di fortuna di dedicare una parte del valore aggiunto a questo".

Il fondatore di Eataly, Oscar Farinetti, parteciperà con un milione di euro al finanziamento per il restauro del Cenacolo di Leonardo da Vinci, uno dei simboli dell'arte italiana nel mondo. Il progetto è stato presentato ieri sera alla presenza del ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini, della direttrice del Museo del Cenacolo Vinciano Chiara Rostagno e di monsignor Luca Bressan, responsabile alla Cultura dell'arcidiocesi di Milano. "Lo facciamo non perché vogliamo vendere di più - ha concluso Oscar Farinetti -Almeno per i prossimi 500 anni l'umanità non si perderà questa cena".

Pronto il restauro ambientale del capolavoro di Leonardo Da Vinci "L'ultima cena", che potrà così attirare più visitatori. La fine dei lavori dell'intervento per tutelare l'opera è prevista per il 2019, anno del cinquecentenario della morte di Leonardo.

L'operazione di tutela del Cenacolo permetterà di immettere ogni giorno circa 100.000 metri cubi di nuova aria pulita all'interno del refettorio contro i circa 3.500 immessi attualmente.