Crotone 1-1: pochi sorrisi per Mihajlovic e Nicola

Crotone 1-1: pochi sorrisi per Mihajlovic e Nicola

TORINO (4-3-1-2) - Hart 5; Zappacosta 6, Rossettini 6, Carlao 5,5, Barreca 6,5; Falque 5,5, Valdifiori 6, Baselli 6; Ljajic 6,5; Maxi Lopez 5 (st 1′ Boyè 5), Belotti 6,5.

Crotone: (4-4-2): Cordaz; Rosi, Ceccherini, Ferrari, Martella (dal 76' Simi); Rohden (dal 55' Sampirisi), Barberis, Crisetig, Stoian; Falcinelli, Trotta (dal 67' Nalini). I granata hanno conquistato 8 punti nelle ultime cinque gare (2 vittorie, 2 pareggi e 1 sconfitta contro la Lazio), mentre il Crotone attraversa un buonissimo momento di forma e con due vittorie negli ultimi 180' di gioco ha riaperto il discorso salvezza che sembrava chiuso fino a qualche settimana fa. Belotti suona la sveglia del Toro, e ci prova in due occasioni al 26' e al 36' trovando la prima grande parata di Cordaz. Ci prova anche Baselli di testa, ma la girata dell'ex atalantino è imprecisa.

Il Crotone impone il pari al Torino: Simy replica al rigore di Belotti a 10′ dalla fine.

La lunga pausa sembra smorzare gli entusiasmi dei padroni di casa, la ripresa inizia decisamente a rilento.

Pronostico: il Toro in casa è un brutto cliente per tutti, ma il Crotone si gioca la Serie A e, dopo avere battuto l'Inter, potrebbe fare il colpaccio.

La seconda trequarti gara continua ad essere un monologo torinese e al 66′ Belotti viene steso in area da Ceccherini guadagnandosi un rigore trasformato poi alla perfezione dal Gallo per il vantaggio granata. I calabresi hanno ottenuto un punto dalla sfida con il Torino. Pochi, in ogni caso, i pericoli che corre Hart nei minuti conclusivi, quando l'inglese è chiamato a gestire l'ordinaria amministrazione. Al 55′ invece è proprio il neo entrato Boye, in forma smagliante, a intimorire la retroguardia pitagorica con un bolide dal limite che si infrange sui cartelloni pubblicitari dell'Olimpico. Simy, con la gentile collaborazione di Joe Hart, pareggia i conti e fa felice Davide Nicola. Il portiere pitagorico, come se non bastasse, si ripete in maniera decisiva durante il recupero smanacciando in angolo un tiro ben piazzato da Ljajic grazie ad uno straordinario gesto tecnico che permette agli squali di rientrare negli spogliatoi mantenendo la porta inviolata.