Corea del Nord, grande parata militare a Pyongyang

Corea del Nord, grande parata militare a Pyongyang

La sfida è "totale" e il regime nordcoreano risponderà "con una guerra totale, e a una guerra nucleare con il nostro stile di un attacco nucleare".

Gli Stati Uniti sono pronti ad attaccare Corea del Nord. Si pensa, riporta invece Yonhap, che la Corea del Nord potrebbe presto condurre ilsesto test nucleare o lanciare un razzo a lungo raggio durante uno degli importanti anniversari durante il mese di aprile. La Cina promette il sostegno a qualsiasi tentativo di dialogo tra le parti: "Invitiamo tutte le parti a smettere di provocare e minacciarsi a vicenda e a non permettere che la situazione diventi irreparabile e fuori controllo", ha aggiunto Wang in una conferenza stampa con il collega francese Jean-Marc Ayraul.

Migliaia di militari sono stati schierati a Pyongyang, ufficialmente per celebrare i 105 anni dalla nascita del "Presidente eterno", Kim il-Sung, ma anche per dare una dimostrazione di forza sia all'Amministrazione Trump sia ai suoi principali alleati regionali, Corea del Sud e Giappone.

Il Cremlino è "molto preoccupato" per le crescenti tensioni nella penisola coreana e invita tutti i paesi ad astenersi da qualsiasi atto provocatorio, ha detto il portavoce del Cremlino Dmitri Peskov.

"CINA - La Cina auspica una cooperazione con la Russia per "contribuire ad allentare il più rapidamente possibile" la tensione" fra Stati Uniti e Corea del Nord: lo ha dichiarato il ministro degli Esteri cinese, Wang Yi. Lo ha affermato il viceministro degli Esteri nordcoreano Han Song Ryol in un'intervista all'agenzia Ap, sostenendo che il prossimo test nucleare sarà condotto quando il quartier generale supremo nordcoreano lo riterrà più opportuno. Il premier Paolo Gentiloni ha sottolineato che "l'impegno del governo è stato incessante in questi mesi", mentre il ministro dello Sviluppo Calenda ha ricordato l'importanza della garanzia posta dallo Stato con Invitalia di 400 milioni, specificando inoltre che, nel caso in cui il referendum bocciasse le modifiche, lo Stato sarebbe costretto a versare 1 miliardo di euro per coprire i problemi di Alitalia. Quindi ha minacciato: "Abbiamo già un potente deterrente nucleare nelle mani, e certamente non resteremo con le braccia conserte davanti ad un attacco preventivo". "Han ha aggiunto che la Corea del Nord andrà in guerra se" gli Stati Uniti "lo sceglieranno".

Per il viceministro degli Esteri nordcoreano la politica di Trump è "più aggressiva" di quella di Barack Obama. Lo afferma la Nbc citando più fonti dell'intelligence americana. Pyongyang ha avvertito che un "grande evento" è vicino, spingendo l'intelligence a temere un test nucleare.

VOLI SOSPESI - Air China ha deciso di sospendere i suoi voli da Pechino a Pyongyang a partire da lunedì. Lo rende noto la tv cinese Cctv.