Colpito dal microfono "volante" al concerto dei Litfiba: fan denuncia Piero Pelù

Colpito dal microfono

"Piuttosto mi chiedo che sarebbe accaduto se quel microfono partito dal palco avesse colpito ad esempio i bambini che erano a pochi passi da me".

Tantissimi, durante un concerto del loro beniamino, farebbero di tutto per riuscire a strappare una foto, un gesto, persino uno sguardo al cantante sul palco, eppure un giovane, colpito per sbaglio da un microfono, ha ben pensato di fare causa a Pierò Pelù. Il noto ristoratore modenese, Moncata, che dopo aver atteso invano, le scuse di Pelù o dei Litfiba, ha deciso di sporgere denuncia. Sui media non si parla altro che della zip dei jeans che non ha retto alle due ore di concerto in cui Pelù si è letteralmente scatenato. Cosa è accaduto? In pratica il cantante mentre intonava il brano Tex, con il microfono a filo mimava un atteggiamento da cow-boy ruotandolo in aria. Nessuno - ha continuato - si è sincerato delle mie condizioni e alla fine, quando ho chiesto di parlare con un responsabile, non è venuto nessuno. Nell'ultima tappa del concerto della rock band italiana al Forum Assago di Milano, il frontman Piero Pelù ha usato il cavo del microfono con un lazo ma ad un certo punto il microfono si è staccato colpendo sul malleolo Roberto Moncata un ristoratore modenese.

"Quanti mi conoscono sanno che non cerco notorietà e non sono così meschino.Anche perché non hopreso giorni di riposo e domenicamattina ero già di nuovo al mio posto nel bar del centro". O forse no, visto che soltanto una settimana fa su Facebook scriveva: "Prometto che dai prossimi concerti mi farò scotchare meglio il microfono, così quando lo farò girare alla velocità del drone non si staccherà e non rischierò di ammazzare qualcuno sugli spalti". Intanto domenica Moncata ha ricevuto una telefonata dal portavoce del cantante, che lo ha invitato a un chiarimento con lui. La cosa ha placato però solo in parte le ire del ristoratore: "La cosa mi ha fatto piacere e se ci saranno le scuse le accetterò".

Se vincerà la causa, ha detto, devolverà il risarcimento ad Aut Aut, un'associazione che si occupa di autismo.