Chi ha vinto la Maratona di Roma

Chi ha vinto la Maratona di Roma

Tanti i quartieri attraversati, da Ostiense a Testaccio, fino a Prati.

ROMA - si è appena conclusa la Maratona di Roma... decisamente bagnata. Alcuni colpi di tuono facevano sperare in una bella burrasca, invece poche gocce soltaanto. E sul dualismo Roma-Milano sulla maratona, la sindaca Raggi commenta: "Se ci invidiano che cosa possiamo fare?". Per gli addetti ai lavori ci sono maratone più veloci, che hanno più tradizione, ma questa ha oggettivamente qualcosa di unico.

È davvero una vergogna. Mancava all'appello il Papa, la settimana scorsa in trasferta a Milano e protagonista solo di un paio di uscite in città tenute però riservate.

"È stata una corsa magnifica, sebbene il clima non era dei migliori". Al via anche Daniele Alimonti, 269 maratone corse e concluse in carriera (14 a Roma), e Marinella Satta che ha provato a entrare nel Guinness dei primati correndo per 42,195 chilometri palleggiando senza sosta con due palloni da basket.

Saranno circa 10 i disabili che domani, domenica 2 aprile, "correranno" alla 23ª Maratona di Roma grazie al progetto "Insieme per... realizzare un sogno" nato dalla determinazione della Asd Inix Sport e dalla collaborazione della sottosezione Unitalsi di Avezzano.

Il via alla prima onda di runner (divisi appunto in tre ondate che si avvieranno a distanza di cinque minutil'una dall'altra) sarà dato alle 8.40 in via dei Fori Imperiali. Dopo gli handbiker (8.35), seguono tre tranche di partecipanti (8.40, 8.45 e 8.51), con un tempo limite per chiudere la gara di 7 ore e 30 minuti.

Non riguarda i senatori, ma una delle qualità che hanno fatto apprezzare sempre più ai runners di tutto il mondo la Maratona di Roma, è stata la decisione di estendere alle sette ore e mezza il tempo massimo consentito per portare a termine la gara. Il percorso è quello classico, con oltre 500 siti di interesse storico, archeologico e architettonico.