Certificati navi irregolari, due arresti

Certificati navi irregolari, due arresti

Sono due gli ispettori del Rina, il Registro Navale Italiano, agli arresti domiciliari; e sono due gli ufficiali della Capitaneria di Porto per cui è stata richiesta l'interdizione dal servizio. Agli arrestidomiciliari sono finiti gli ingegneri Marco Benzi e GiorgioCeroni mentre sono stati interdetti dai pubblici uffici ilcapitano di fregata Marco Noris e il capitano di vascelloAntonio Sartorato.

Nell'ambito della nuova inchiesta risultano indagate 35 persone. In particolare i due ingegneri non avrebberocertificato le anomalie sulla Jolly Nero, la nave che abbattè laTorre Piloti del porto di Genova, e rilasciato falsecertificazioni in generale per le navi della compagnia Messina. Le accuse per tutti sono di falso in attopubblico.

A Genova due arresti per il rilascio di certificati irregolari a navi e traghetti. Proprio questa nave avrebbe avuto certificati non in regola. "L'attività svolta dal RINA - ha spiegato ancora la nota - è fortemente regolamentata tanto che ogni anno la azienda è sottoposta a più di 200 audit/controlli da parte di soggetti di verifica esterni, comprese le Amministrazioni di bandiera, la Commissione Europea e gli Organismi di Accreditamento, questo a garanzia del suo buon operato".