Calcio shock, tifoso lanciato nel vuoto dagli spalti: morte cerebrale

Calcio shock, tifoso lanciato nel vuoto dagli spalti: morte cerebrale

Il club argentino, ripudiando ogni forma di violenza, ha annunciato la morte di Emanuel Balbo con un comunicato ufficiale: "Club Atletico Belgrano si rammarica profondamente per la morte di Emanuel Balbo e come istituzione organizzatrice dell'evento in cui si sono verificati i fatti, conferma la propria disponibilità a fare giustizia".

Dalle immagini diffuse dal quotidiano argentino Clarin appare chiaro come sia stato aggredito dai tifosi della sua stessa squadra. Sono inquietanti i motivi dell'aggressione, rivelati dal padre della vittima, Raùl Balbo.

Mio figlio non è tifoso del Talleres né era lì in Curva per rubare qualcosa. "Mio figlio è un tifoso del Belgrano", ha detto al sito "Mundo D", smentendo le voci circolate poche ore dopo il fatto. Uno degli arrestati era rimasto inoltre coinvolto nell'omicidio del fratello di Emanuel, che l'avrebbe riconosciuto in curva e cercato di far arrestare. Essendo però Oscar Gomez poco aitante, piuttosto che difendersi, ha incitato tutti gli amici che aveva lì per aggredire mio figlio e picchiarlo. Tanto è bastato per scatenare l'ira funesta degli ultras di casa, che lo hanno scaraventato nel vuoto senza pietà, non prima di averlo brutalmente picchiato.