Budrio, Igor il russo nel mirino: avrebbe ucciso anche una guardia

Budrio, Igor il russo nel mirino: avrebbe ucciso anche una guardia

E' caccia a Igor Vaclavic: potrebbe aver colpito ancora. Le forze dell'ordine stanno arrivando sulposto per una frenetica caccia all'uomo, che sarebbe scappatoverso il Comacchiese.

E' caccia all'uomo tra le province di Ferrara e Ravenna al killer di una guardia volontaria uccisa nel tardo pomeriggio di sabato, attorno alle 19, lungo la Provinciale Mondo Nuova, a circa otto chilometri da Portomaggiore. Dopo lo scontro a fuoco di oggi l'uomo sarebbe fuggito a piedi nei campi. La guardia provinciale ferita è stata trasportata d'urgenza in ospedale con l'elisoccorso di Ravenna. Ferito l'agente della polizia provinciale, Marco Ravaglia. Poi il bandito ha estratto allora una pistola e ha sparato al petto di Fabbri un solo colpo, uccidendolo all'istante, per poi fuggire.

La vittima è Valerio Verri. Giungono inoltre notizie riguardo alla nazionalità del malvivente, che non sarebbe originario della Russia ma dell'ex Jugoslavia. Già nel 2010, Vaclavic aveva ricevuto il primo decreto di espulsione dall'Italia, cui ne seguì un secondo nel 2011. Su di lui, per modus operandi e per alcuni elementi sospetti, leb ricerche si sono intensificate dopo il delitto di Budrio. Lo riporta il sito "La Nuova Ferrara". Sul posto sono intervenuti i carabinieri per i rilievi.