Beve da boglietta e muore Forse soda caustica

Beve da boglietta e muore Forse soda caustica

Stefano Amadori, idraulico 54enne di San Clemente, è morto ieri dopo aver bevuto un'aranciata di una notissima marca. Il liquido, è poi emerso, erain realtà una sostanza nociva, probabilmente soda caustica, cheha provocato lesioni irreversibili all'esofago e all'apparatodigerente della vittima, un idraulico 54enne residente inprovincia di Rimini. Sul posto sarebbe arrivata l'ambulanza che l'ha trasportato in ospedale ma, nonostante un'operazione tentata per salvargli la vita, l'uomo è deceduto ieri mattina. Tutte le ipotesi restano aperte.

In via precauzionale, gli uomini dell'Arma che si stanno occupando del caso hanno sequestrato la partita della bibita per eseguire gli accertament del caso.

Il fascicolo aperto in Procura è per morte conseguente ad altro reato; al momento non vi sono iscritte persone indagate. Sul corpo della vittima sarà eseguita l'autopsia per capire cosa l'ha ucciso. Per precauzione la Procura ha disposto il sequestro della partita di bibite della quale faceva parte quella bevuta dal 54enne e acquistata dalla moglie in un supermercato della grande distribuzione. Pare però che abbiano sequestrato anche altre bottiglie all'interno dell'appartamento della vittima. L'uomo, dopo aver assunto la sostanza, avrebbe telefonato alla moglie e al 118.