Attenato a Stoccolma, 3 morti e 8 feriti: fermato un uomo

Attenato a Stoccolma, 3 morti e 8 feriti: fermato un uomo

L'episodio è avvenuto intorno alle 15 ora italiana, a Drottninggatan, in una delle principali strade commerciali di Stoccolma, secondo quanto riferisce la polizia. Sono stati sparati dei colpi di arma da fuoco nel luogo dove il camion è piombato sulla folla. I testimoni dicono che il camion sia "apparso dal nulla".

Il premier svedese Stefan Lofven ha dichiarato che tutti gli elementi indicano "un attacco terroristico". La polizia non è ancora in grado di escludere che possa aver avuto dei complici. Le autorità hanno invitato gli abitanti a evitare di recarsi nel centro della città. I pedoni sono stati investiti a Drottninggaten. Il camion che si è lanciato sulla folla lungo la via pedonale nel centro di Stoccolma, provocando vittime, appartiene all'azienda produttrice di birra Spendrups, che ha fatto sapere che il veicolo le era stato rubato oggi. "Ho visto centinaia di persone che correvano, correvano per la loro vita", ha raccontato una testimone al quotidiano online Aftonbladet. Una conoscente lo descrive come una persona che "non parlava mai di politica né di religione, ma solo di come guadagnare di più per mandare i soldi alla famiglia".

La zona di Drottninggatan è la stessa dove, l'11 dicembre 2010, esplosero due automobili in quello che si considera il primo attentato suicida nella storia dei Paesi scandinavi.

Secondo i media svedesi, inoltre, tre uomini armati sarebbero scesi dal camion dopo l'attacco, mentre una persona legata all'attentato a Stoccolma, sarebbe già stata fermata. È stato il panico, molti i video che hanno catturato immagini di terrore, di fuga ma anche di feriti e di sangue. L'Uzbekistan si è trasformato in una delle fucine di reclutamento del jihadismo targato Isis: terroristi originari del Caucaso o delle ex repubbliche sovietiche asiatiche hanno compiuto gli ultimi attentati in Turchia e Russia, l'attacco all'aeroporto Ataturk e poi la strage di capodanno sempre a Istanbul, infine l'attentato nella metro di San Pietroburgo. Nel camion, scrivono vari siti svedesi citando fonti della polizia, gli agenti hanno trovato una borsa con dell'esplosivo. Il permesso per la consegna spiegherebbe la presenza del camion nel cuore di un'area pedonale. L'autista, che secondo i testimoni indossava un passamontagna, ha lasciato dietro di sé - tra Kungsgatan e Olof Palme Street - vetri rotti e segni di pneumatico del mezzo pesante. La polizia afferma di aver ricevuto chiamate dalla persona che era alla guida del camion.