Attacco nella metro di San Pietroburgo, Putin: è terrorismo

Attacco nella metro di San Pietroburgo, Putin: è terrorismo

Il bilancio, diffuso dal ministero della Salute, è ancora provvisorio.

Due bombe nella metropolitana a San Pietroburgo oggi hanno seminato il panico in Europa, e se inizialmente era stata esclusa l'ipotesi di un attentato terroristico, adesso il presidente Putin rilancia l'allarme. Non è stato un kamikaze, tanto che La procura generale russa ha parlato di "attentato". Trovato un altro ordigno inesploso in un'altra stazione.

"I motivi al momento non sono chiari, non escludiamo nessuna pista: né quella criminale, né quellaterroristica", ha detto Putin, sottolineando che le indagini "sono in corso". Per il Comitato investigativo russo, il macchinista del treno della metropolitana colpito dall'esplosione ha agito correttamente, scegliendo di non fermare il convoglio e di proseguire sino alla successiva stazione, e potrebbe così aver salvato delle vite. Secondo fonti di stampa, le telecamere di sorveglianza della metropolitana avrebbero registrato le immagini del presunto attentatore.