Attacco chimico in #Siria, strage di bambini

Un attacco tattico quindi, mirato e limitato, non altro che una "risposta proporzionata" stando al Pentagono, che ha "severamente danneggiato o distrutto velivoli siriani, strutture di supporto e attrezzature, riducendo la capacità del governo siriano di inviare armi chimiche". Non c'è alcun dubbio che la Siria abbia queste armi terribili, violando i suoi impegni previsti dalla Convenzione sulle armi chimiche e ignorando gli inviti del Consiglio di sicurezza dell'Onu. In queste ore, infatti, Trump sta vagliando le varie opzioni, anche se ha sottolineato di volere al più presto un verdetto del Consiglio di Sicurezza dell'ONU. Non c'è alcuna prova che le immagini e i video postati su Internet siano falsi, come hanno potuto verificare le grandi testate giornalistiche internazionali e, tra gli altri, anche l'affidabile sito di factchecking Bellingcat, fondato dal giornalista e analista Eliot Higgins.

"I due attacchi avvenuti a Idlib, in Siria, quello chimico omicida sui civili e quello all'ospedale locale, sono stati condotti su ordine diretto e dietro progettazione del presidente siriano Bashar al Assad, mediante aerei da combattimento siriani", ha affermato il ministro della Difesa israeliana Avigdor Lieberman in un'intervista al giornale Yediot Ahronot. Un raid aereo con 'gas tossici' è stato lanciato contro Khan Sheikhun, città nella provincia nord-occidentale di Idlib, sotto il controllo dei ribelli.

Il governo siriano "non ha mai usato e non userà mai armi chimiche in Siria". La tv di Stato siriana conferma che un attacco missilistico statunitense ha colpito una serie di obiettivi militari all'interno del Paese, definendo l'attacco una "aggressione". Non è chiaro se ci siano state vittime.

Atto di guerra aperta da parte degli Stati Uniti contro la Siria.

PUTIN: DANNO NOTEVOLE AI RAPPORTI CON LA RUSSIA - "Questo passo di Washington arreca un danno notevole ai rapporti russo-americani, che si trovano già adesso in uno stato deplorevole": lo ha detto il portavoce di Putin, Dmitri Peskov, commentando l'attacco americano in Siria. Intanto, socondo un bilancio non ancora ufficiale, sarebbe salito a 15 il numero dei morti nell'attacco: 6 soldati della base e 9 civili, tra cui quattro bambini, secondo un bilancio fornito dall'agenzia ufficiale siriana Sana. Così il portavoce del Cremlino che ha evitato di rispondere alla domanda se Mosca aumenterà la sua presenza militare in Siria.