Attacco al Borussia Dortmund: un arresto, movente economico

Attacco al Borussia Dortmund: un arresto, movente economico

La polizia tedesca ha arrestato un uomo sospettato di essere l'autore dell'attacco al pullmann del Borussia Dortmund dello scorso 11 aprile. La svolta nelle indagini e il fermo del giovane che ora è stato assicurato alla giustizia che dovrà valutare se effettivamente i gravi indizi di colpevolezza a suo carico siano effettivamente tali. Il presunto attentatore avrebbe piazzato gli ordigni contro il Borussia Dortmund per speculare al ribasso contro le azioni del club sportivo. La polizia tedesca ha arrestato un 28enne nello stato sudoccidentale del Baden-Wuerttemberg. Secondo la Bild, l'obiettivo dell'uomo sarebbe stato quello di far crollare il prezzo delle azioni della squadra del Borussia Dortmund, per guadagnare soldi sul mercato dei derivati. "L'arrestato è un cittadino tedesco-russo di 28 anni residente nella zona vicino a Tubinga, Sergej W". L'uomo, Sergej, ha raccontato alla polizia di aver acquistato un pacchetto di 15 mila opzioni, per un valore di 78 mila euro.

L'esplosivo aveva ferito un poliziotto e il giocatore del Borussia, Bartra, poi operato d'urgenza, alla vigilia della partita di andata dei quarti di finale di Champions contro il Monaco, rinviata poi al giorno successivo. Sergej W. avrebbe competenze particolari nel settore elettronico, e sarebbe in grado di fabbricare bombe. Nel luglio 2015 vinse un premio scolastico in elettronica. Che avrebbe cercato di mettere a frutto per diventare ricco.