Ancona, in 7mila per l'ultimo saluto a Scarponi

Ancona, in 7mila per l'ultimo saluto a Scarponi

"Molte persone oggi - ha aggiunto Nibali - hanno racchiuso quello che volevamo dire: da Cassani al Fan club al cardinale", l'arcivescovo di Ancona-Osimo, mons.

Roberto Sgalla, direttore generale di tutte le Specialità della Polizia di Stato e a sua volta ciclista, ne ha parlato con la 'Gazzetta dello Sport'. Avevi sempre il sorriso e riuscivi sempre a sdrammatizzare. Nel giorno dei funerali del ciclista, vale la pena soffermarsi su un particolare emozionante quanto toccante.

Michele Scarponi resterà per sempre un campione dalle alte doti morali oltre che sportive.

Il pappagallo, durante gli allenamenti di Scarponi, non appena lo vedeva passare, si staccava dal segnale stradale e si posava sulla spalla del ciclista per riposarsi. Filottrano si ferma per l'addio al campione, l'amico di tutti. Da sabato scorso non sarà più così, ma Franky continua ad aspettare Michele per un altro allenamento. Così migliaia di persone hanno accolto la bara di Michele Scarponi per l'ultimo saluto sul campo sportivo di Filottrano. Scarponi è stato composto nella bara con la divisa della sua squadra, l'Astana. Inutili i soccorsi per il 37enne morto sul colpo data la violenza dell'impatto. "Perché Filottrano è la città di Michele Scarponi". Gli stessi che parteciperanno questo pomeriggio ai funerali di Scarponi. Edoardo Menichelli, che ha concelebrato la messa. Il Vescovo ha dichiarato come anche lui ha perso i genitori da piccolo, e anche se all'inizio odiava Dio per questa scelta, proprio nel suo amore e nella fede è riuscito ad andare avanti.

Struggente anche il ricordo del fratello Marco:"Mi piace pensare che nelle gambe di mio fratello non ci sono solo fatica e sacrificio ma anche solo per l'1% ci sia la Storia con la S maiuscola". In tanti hanno seguito anche on line la diretta Facebook dei funerali grazie alla pagina Rip Michele Scarponi che celebra le gesta e ricorda l'uomo, il padre, il figlio, il marito ed il campione che non c'è più.