Amici 16: Lo Strego contro Morgan

Ecco perché, secondo il biondo Riccardo, "i talent sono l'unica strada rimasta per fare musica in Italia".

Riccardo Marcuzzo, il 23enne milanese che si è messo in mostra sin dai casting presentando brani inediti che ha scritto e composto personalmente, ha conquistato l'interesse di 4 case discografiche: si contendono il concorrente della squadra Blu Sony, Sugar, Warner e Universal. E poi spezza una lancia in favore della padrona di casa: "Amici è uno dei pochi programmi intelligenti della televisione: è una specie di talk show con Maria De Filippi che ne è la regina".

Una nota di demerito che lui stesso si pone ed attribuisce, è, nel non essere riuscito, nel breve tempo a disposizione ad entrare in sincronia con lo Strego cantante, eliminato, a cui, nemmeno l'interpretazione teatrale del brano Pinocchio, gli è valsa l'opportunità di salvarsi dalla esclusione del programma.

Nell'atmosfera del significato dei colori attribuito alle due squadre in gara, introdotti dai comici, Luca e Paolo, citati nel nostro precedente articolo, fanno capolino i protagonisti delle squadre , blu e bianca, sempre più agguerrite a rischio di eliminazione. Ho letto delle sue dichiarazioni contro di me, ma forse sono frutto di un'incomprensione'. Il suo inedito "Sei mia" è un motivetto sciocco e sempliciotto che funziona solo su un certo target e in questo determinato momento storico dell'industria discografica. Renga, che ha duettato con l'allieva, si complimenta e consiglia ai ragazzi di non fermarsi mai, non devono smettere di sognare, ci vogliono passione, tenacia, forza e un po' di talento per raggiungere i propri obiettivi. Ma questa è un'altra storia. I fan sul social hanno manifestato tutto il loro dispiacere, affermando che sentiranno la sua mancanza.

Morgan è uno degli elementi cardine di questa edizione 2017 del Serale di Amici tanto che, soprattutto durante la settimana, si parla più dei suoi scontri con i ragazzi che delle esibizioni vere e proprie. Ammette che il rapporto è complicato, che sono settimane difficili, che il dialogo è acceso, che Morgan evidentemente ha in mente un percorso ("Un cantautore pop alla Gazzè", spiega il fondatore dei Bluvertigo), ma che lui, Mike, non è convinto, perché Morgan "a volte dimentica il contesto. Non voglio fare il martire musicale".