Alitalia, Gentiloni chiude alla nazionalizzazione. Si fa avanti Lufthansa per l'acquisizione

Alitalia, Gentiloni chiude alla nazionalizzazione. Si fa avanti Lufthansa per l'acquisizione

Lufthansa ed Intesa San Paolo non acquisiranno Alitalia. Dal fronte governativo si continua a ribadire che "la soluzione per Alitalia non e' nazionalizzare, la soluzione e' di mercato", ha detto il ministro della Coesione Territoriale. Questo invece il commento del presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, commentando la situazione della compagnia aerea, a margine di un convegno organizzato a Città della Scienza per celebrare i cento anni dell'unione Industriali partenopei.

Lufthansa evita di manifestarsi sulla vicenda Alitalia. Non è un'affermazione del tutto folle; perché dovrebbe acquistare e accollarsi debiti di una compagnia aerea quando la scelta di quest'ultima è quella di fare a pezzi la compagnia di bandiera e venderla al migliore offerente? Rispondendo alle indiscrezioni relative a possibili "movimenti" da parte di Intesa allo scopo di trovare un piano alternativo l'ad ha affermato: "Non compete a noi farlo". Renzi: "Fare come con Meridiana, senza buttare soldi pubblici " Escluso ancora una volta un intervento dello Stato, a tratteggiare il percorso che Alitalia seguirà proprio a partire dalla prossima settimana è il ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, in una giornata segnata dal 'no' di Lufthansa, su cui sono puntati i riflettori quale possibile acquirente, e delle Fs spa, che rumors chiamano di nuovo in causa nell'operazione di salvataggio.Per Padoan, che dice di condividere la preoccupazione per il destino dei lavoratori, il punto fermo è che "il governo non è disponibile a partecipare, direttamente o indirettamente, a un eventuale aumento di capitale della società". Maggior coinvolgimento Calenda e Gentiloni potrebbero chiedere anche ad un altro francese, Philippe Donnet, Ceo Generali, che ha in dote la sottoscrizione di un bond da 300 milioni e che fino ad ora si è dichiarato indisponibile a convertirlo in equity. "Siamo alla ricerca di soci che possano continuare a rilanciare l'azienda - ha aggiunto Delrio -". Mi dispiace molto per la condizione sociale che si determina, 20000 famiglie con l'indotto sono un problema sociale. I numeri sono chiari: ogni aereo coinvolge da 6 a 8 persone e per un dipendente Alitalia, almeno due o tre dell'indotto rischiano di perdere il posto.