Afghanistan, attacco talebano: uccisi 140 militari

Afghanistan, attacco talebano: uccisi 140 militari

Il bilancio dell'attacco di un commando dei talebani accompagnato da kamikaze ad una base militare della provincia settentrionale afghana di Balkh è ancora provvisorio ma i numeri continuano a crescere. Per stessa ammissione dell'organizzazione di fondamentalisti islamici che ha rivendicato la strage, 4 ex soldati che in passato avevano prestato servizio nella base - passati dalla loro parte - hanno fornito le informazioni necessarie per la pianificazione dell'attacco. L'azione è stata condotta da un commando di talebani che hanno indossato divise dell'esercito afghano e sono arrivati a bordo di tre veicoli militari con documenti apparentemente ufficiali.

I talebani sono riusciti ad entrare nella moschea e nel refettorio della base che ospitava gli effettivi del Corpo d'armata Shaheen, sparando a caso prima di essere a loro volta uccisi. Lo ha confermato il ministero della Difesa afghano. Molti militari, inoltre, sono rimasti feriti e il bilancio potrebbe ancora peggiorare.

Una vera e propria carneficina: è quella realizzata dai talebani all'interno di una base militare a nord della capitale Kabul, in Afghanistan, dove oltre 100 soldati sono stati uccisi nel corso di un attacco. Il raid, da quanto raccontano alcuni sopravvissuti è poi proseguito per diverse ore.