6 veronesi in barca Un morto e 3 dispersi

6 veronesi in barca Un morto e 3 dispersi

Ieri sera, alle 19, la pioggia cadeva battente, ma non ha fermato due elicotteri ancora in volo nella ricerca di coloro dei quali non si avevano ancora notizie.

Dopo una notte di ricerche sono stati individuati i corpi senza vita dei tre dispersi, due uomini e una donna, in seguito al naufragio della barca a vela finita contro gli scogli a Rimini. Continuano le ricerche degli altri. Il bilancio dei morti è così salito a quattro.

L'imbarcazione si è schiantata contro la diga foranea mentre cercava di rientrare in porto per via delle difficili condizioni metereologiche. Il corpo di una persona è stato trovato subito, un'ora dopo due passeggeri sono stati salvati e portati in ospedale. Al momento dello schianto - presso il locale Rock Island famoso sulla riviera romagnola - a bordo della barca c'erano sei persone. Era partita dal porto di Marina di Ravenna con direzione Trapani, in Sicilia. L'impatto potrebbe essere stato causato da una violenta mareggiata. Proveniva da Ravenna e stava cercando di attraccare a Rimini sorpresa dalle forti raffiche di vento. Per ore, raffiche di vento oltre i 70 chilometri orari hanno flagellato tutta la provincia di Rimini. L'imbarcazione si è ribaltata e poi è stata spinta dalle onde contro gli scogli. I soccorritori, come riportato da La Repubblica, hanno tratto in salvo 2 persone ma altrettante sarebbero le vittime, mentre altri 2 componenti dell'equipaggio dell'imbarcazione abbattutasi sugli scogli all'ingresso del porto canale di Rimini risultano disperse.