Zamparini: "Baccaglini giusto per il Palermo"

Zamparini:

Siete il popolo più straordinario che ci sia.

Il gruppo societario che ha acquisito le azioni del Palermo da Zamparini, Integritas Capital Management, ha confermato la designazione del presidente.

Il nuovo numero uno dei siciliani ha speso parole di elogio per la vecchia proprietà e messo in risalto un presagio positivo verso l'Italia definendola un paese per giovani, come dimostra il suo caso, e giurando al popolo palermitano il massimo sforzo e profondo impegno per creare un rapporto di fiducia reciproca. Questo a causa di una classe dirigente che non vuole cedere il passo. "Io spero di poter dimostrare che questo 'è un Paese per giovani'". "Io credo di essere un esempio che smentisca tutto questo".

Paul Baccaglini si fa largo tra le domande dei giornalisti, schiva i dubbi, disegna il futuro e allontana il passato.

Risposte insufficienti e numeri magri, e per questo densi di interrogativi se messi dentro il mare magnum della finanza, ma anche in quello dispendiosissimo del calcio.

Subito dopo la conferenza stampa dove Maurizio Zamparini ha annunciato la cessione della società e presentato il nuovo presidente Paul Baccaglini, immediatamente sono sorte subito le prime perplessità sull'intera vicenda. Mentalità vincente, questa la parola chiave di Baccaglini. Poi il Grande Sogno, perché al centro del progetto del nuovo fondo lo stadio e il centro sportivo: "Sono due figate, vale la pena farli". Vogliamo massimizzare le opportunità ma senza sperperare soldi. C'è chi parla di società concepite come scatole cinesi la cui natura è volutamente poco chiara, mentre Repubblica fa notare che questa girandola societaria finisce spesso in altre società questa volta con sede in Australia. Vincere facile è solo una pubblicità. "Io ci sto mettendo la faccia". Vedremo se Baccaglini saprà trascendere la dimensione dello scherzo del web e fare i conti con il contingente, con la realtà dei fatti, in quella pericolosa arena di leoni che è l'ambiente Lega Calcio. Zamparini difende i suoi 15 anni di gestione: "Non ho mai detto una bugia, ho sempre mantenuto quello che ho promesso". Chissà se questa freschezza mi porterà a vedere il calcio in un modo diverso.

Proveniente da una cultura diversa, Baccaglini si mostra desideroso di avere a che fare con la gente di Palermo: "Io vengo dalla cultura americana: nello sport professionistico americano quando la squadra va male la città si disinteressa, non protesta con energia come succede qui". Il rispetto si guadagna con il tempo e i risultati. "Sono orgoglioso del mio passato".

Ma chi è Paul Baccaglini? Non ho nessuna fatica a comprendere la reazione dei tifosi, anche perché viviamo in un mondo fatto di etichette. "Me ne vado ma non ho rancore, non è bello essere insultati". Se ne deduce che Baccaglini deve essere entrato a far parte della società in tempi più recenti, e dai documenti non è chiaro con che ruolo e con quale partecipazione azionaria.

Accanto al neo presidente un Maurizio Zamparini sereno, quasi sollevato: "Non mi sono tolto un peso ma un amore", ha scherzato l'imprenditore friulano che per il momento resta nel Cda del club di viale Del Fante: "Sono felice di mettere la mia esperienza a disposizione di Paul". "Palermo è già tatuata sul mio cuore, loro avevano preso uno dei migliori tatuatori palermitani e l'ho fatto per davvero".