Vietato mostrare il vero volto dell'Isis: Marine Le Pen perde l'immunità

Vietato mostrare il vero volto dell'Isis: Marine Le Pen perde l'immunità

Abbastanza inquietante la motivazione con cui la leader del Front national è stata privata dell'immunità: la sua colpa è quella di aver diffuso sul suo profilo Twitter immagini di esecuzioni dell'Isis.

La commissione per gli Affari legali del Parlamento europeo ha votato martedì a larga maggioranza a favore della revoca dell'immunità. La candidata di Destra alle presidenziali francesi, secondo quanto ricostruito nel testo della relatrice Laura Ferrara (M5s) approvato oggi, aveva postato su Twitter immagini forti con le esecuzioni di tre ostaggi, accompagnate dal commento "Ecco che cos'è Daesh" il 16 dicembre 2015, dopo un'intervista rilasciata alla radio Rmc in cui l'ascesa del Front National era stata paragonata alle azioni del Califfato e del terrorismo. A Marine Le Pen viene contestato il reato di "pubblicazione di immagini violente" che secondo il codice penale francese può essere punito con una pena fino a tre anni di carcere o una sanzione di 75 mila euro.

Lo ha reso noto il suo avvocato, spiegando che la Le Pen non ha intenzione di presentarsi alla convocazione.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.