Venezuela, il presidente Maduro esautora il Parlamento: le opposizioni gridano al "golpe"

Venezuela, il presidente Maduro esautora il Parlamento: le opposizioni gridano al

Julio Borges, l'ormai ex presidente del Parlamento venezuelano, ha accusato il presidente Nicolas Maduro di aver compiuto un "golpe di stato - ha detto Borges intervenendo davanti alla folla raccolta all'esterno della sede del parlamento".

In una sentenza emessa la notte tra mercoledì e giovedì 30 marzo, l'alta corte ha stabilito che, dal momento che l'Assemblea si trova in situazione di "ribellione ed oltraggio" alle sue decisioni, "le competenze parlamentari saranno esercitate direttamente dalla Sala Costituzionale (del Tsj) o da qualsiasi organo che essa disponga, per garantire lo Stato di diritto".

Il Tribunale supremo di Giustizia venezuelano, controllato dal governo, ha tolto al Parlamento venezuelano, controllato dall'opposizione, il potere legislativo. L'alta corte ha deciso che vista l'urgenza della questione e quella che viene definita "omissione incostituzionale parlamentare", il presidente è solo tenuto ad informare il Tsj delle sue decisioni e l'Assemblea "non potrà modificare le condizioni proposte né pretendere di stabilirne altre". Formalmente, la sentenza del Tsj (Tribunale Supremo di Giustizia) è stata adottata in risposta a una richiesta presentata dal governo riguardo la costituzione di aziende miste pubblico/privato, per la quale sarebbe necessaria l'autorizzazione del Parlamento, secondo i termini della Costituzione.

Il caso Venezuela ha tenuto banco all'Osa, l'Organizzazione degli Stati Americani. Corruzione, sicurezza ai minimi storici e inflazione sopra il 1000%, il paese sudamericano è in una crisi severissima per la popolazione locale. Un bel paradosso, per un paese che cela nel sottosuolo una delle riserve di petrolio più grandi al mondo. Forte la condanna di Fabio Porta, deputato del Pd eletto in Sud America, che parla di "attacco alla democrazia" e di una "crisi politico-istituzionale inaudita": "Avrei fatto questo appello alla Camera, ma visto che sono qui con voi - ha detto Porta ai consiglieri - spero che anche il Cgie possa esprimere, da questa assise, la propria solidarietà al popolo venezuelano".

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google.