Trump: Ue segue con attenzione, aspetta prossime mosse Usa

Trump: Ue segue con attenzione, aspetta prossime mosse Usa

Per espandere le proprie attività immobiliari, il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, la sua società e i suoi partner si sarebbero ripetutamente rivolti a ricchi cittadini e oligarchi delle ex repubbliche sovietiche, molti dei quali sono stati accusati di essere legati alla criminalità organizzata. Lo sostiene il quotidiano Usa Today che cita casi giudiziari, documenti legali e governativi e un'intervista a un ex procuratore federale: sono emersi legami con almeno 10 uomini d'affari dell'ex Unione sovietica presumibilmente collegati ad organizzazioni criminali o al mondo del riciclaggio. Il Dipartimento del Commercio Usa sottolinea come il settore dell'export carni sia cruciale per gli Stati Uniti visto che impiega circa 50mila unità lavorative, ha un valore di 6 miliardi di dollari l'anno e un indotto di 7,6 miliardi.

Si tratta dell'imprenditore bielorusso-americano, Sergei Millian, che a giugno scorso, quando impazzava la campagna elettorale per le presidenziali, aveva rivelato a un suo collega, ma "non in via confidenziale", che Trump aveva relazioni di lungo corso con responsabili russi, quegli stessi che gli stavano fornendo le informazioni per danneggiare Hillary Clinton.

Nel periodo di transizione fra la vittoria a novembre e l'insediamento a gennaio, Jared Kushner, genero di Donald Trump, ha incontrato i vertici di una banca controllata dallo stato russo inserita nella lista nera di società e istituti colpiti dalle sanzioniUsa e Ue alla Russia per le interferenze nella guerra civile ucraina. Tra i nomi di spicco che dovrebbero entrare a far parte del team si leggono i nomi di Bill Gates, fondatore di Microsoft, Marc Benioff, CEO di Salesforce, Elon Musk, fondatore di Tesla e già consigliere di Trump, e per finire Tim Cook, numero uno di Apple.

In pratica la Casa Bianca si doterà di una sorta di SWAT team che riferirà delle sue considerazioni direttamente al presidente Trump. Un altro è un investitore del progetto di SoHo, accusato dalle autorità belghe nel 2011 per il riciclaggio di 55 milioni di dollari.