Tillerson in visita a confine Corea Nord

Tillerson in visita a confine Corea Nord

In visita in Corea del Sud il Segretario di Stato americano Tillerson intima a Pyongyang di fermare il suo programma nucleare e missilistico.

Rex Tillerson, impegnato in un tour in Asia, ha parlato in occasione di una conferenza stampa in compagnia del ministro degli Affari Esteri sudcoreano, Yun Byung-Se. Stiamo considerando una nuova serie di misure di sicurezza e diplomatiche. Che avverte Pyongyang: sul tavolo di Washington c'è anche l'opzione militare.

Il segretario di Stato USA precisa quindi che "se si alzerà ulteriormente la minaccia ad un livello che richiede un'azione, questa opzione è sul tavolo". Tillerson ha inoltre chiesto alla Cina di rinunciare ad eventuali ritorsioni per lo scudo spaziale Thaad (Terminal High Altitude Area Defense), un sistema antimissile in grado di neutralizzare missili balistici a corto e medio raggio. Prima ha incontrato i soldati di una base militare Usa situata a circa 400 metri dalla calda Zona demilitarizzata, vestigia di Guerra fredda creata come zona cuscinetto dopo la fine della guerra del 1953. "Noi intendiamo avere tutte le nazioni interessate a lavorare in modo più stretto del passato - ha concluso - per fare in modo che la Corea del Nord, sentendosi danneggiata dalle sue azioni sbagliate, cambi strategia".

I sondaggi infatti danno per favorito il candidato progressista Moon Jae-in, che promette di abbandonare la linea dura del governo conservatore di Park e tornare alla "sunshine policy", di apertura nei confronti del Nord, che era stata inaugurata da precedenti governi progressisti.