Stalking: a Milano minacce di morte alla moglie, arrestato

Stalking: a Milano minacce di morte alla moglie, arrestato

L'episodio di stalking è avvenuto ieri mattina ad Ancona: è stato l'uomo perseguitato a chiamare il 113 chiedendo aiuto con voce allarmata e facendo convogliare tutte le Volanti nella zona. La vittima ha chiamato il 112 e gli agenti, subito intervenuti, lo hanno trovato nascosto tra le auto in sosta per sottrarsi alla furia della donna mentre aspettava il loro arrivo. Dopo un paio di mesi di violenze fisiche e psichiche la donna ha quindi deciso di interrompere il rapporto, ma l'uomo, non accettando la situazione, ha iniziato a pedinarla e a chiamarla insistentemente a tutte le ore del giorno e della notte, presentandosi in svariate occasioni sia sotto la sua abitazione casa sia sul posto di lavoro e in un'occasione, dopo averla insultata pesantemente l'ha percossa davanti a clienti e collaboratori. La stalker non si è data per vinto e ieri alle 11 ha pensato bene di presentarsi nel parcheggio con la sua macchina sbarrandogli la strada e di scendere con la scimitarra ed il martello.

I due si erano conosciuti nel 2014. Sposato e padre di due figli, l'uomo non si era arreso alla fine della relazione con la donna, di 2 anni più giovane, tanto che quando l'ha incrociata con un amico, l'ha minacciata di morte con un coltello.

La stalker è stata arrestata per atti persecutori, aggravati dal porto abusivo di armi e oggetti atti a offendere.