"Settimana del glaucoma" Gli appuntamenti astigiani

Che cos'è il glaucoma.

Prende il via la campagna sociale promossa dall'Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità-IAPB Italia onlus e dalla sezione territoriale dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Palermo, in occasione della "Settimana Mondiale del Glaucoma" che a Palermo si terrà il 16 marzo 2017.

Sensibilizzare, infatti, sui pericoli di questo male è il modo migliore per evitare le sue conseguenze peggiori, intervenendo al nascere della patologia con tutte le cure mediche disponibili.L'evento romano, curato dall'Aisg (sezione italiana della European Glaucoma Society e terminale nazionale della World Glaucoma Association), riunisce a Roma i maggiori esperti della malattia, provenienti da tanti centri italiani, da Milano e Torino a Catania e Cagliari dall'estero, da San Diego a Mosca, dalla Germania alla Spagna.Nei tre giorni di convegno le relazioni riguarderanno, tra l'altro, le novità nella gestione del glaucoma, la validità diagnostica, la videochirurgia, l'uso del laser, i fattori di rischio, la neuroprotezione e l'uso degli ultimi farmaci. Si calcola che nel mondo ne siano affette circa 55 milioni di persone. Inoltre il 15 marzo dalle ore 10 alle ore 13, in collaborazione con il dirigente scolastico dell'Istituto Professionale di Stato "F. Trani" di Salerno, si svolgerà presso l'Aula Magna dello stesso Istituto, un "Incontro informativo e formativa sul tema: prevenzione del glaucoma". Basterebbero 15 minuti per una visita completa che consenta di controllare la pressione dell'occhio e l'aspetto del nervo ottico. Nella maggior parte dei casi è dovuta a un aumento della pressione interna dell'occhio che causa, nel tempo, danni permanenti alla vista che sono accompagnati da: • riduzione del campo visivo (si restringe lo spazio che l'occhio riesce a percepire senza muovere la testa); • alterazioni della papilla ottica (è detta anche testa del nervo ottico ed è visibile all'esame del fondo oculare). E' il glaucoma, patologia di cui uno su due non sa di essere affetto. È buona norma, per chi ha più di 40 anni, sottoporsi a un controllo oculistico che comprenda la misurazione della pressione oculare.

Una semplice visita oculistica è sufficiente a diagnosticare un glaucoma in fase iniziale o ancora non grave.

Dal 12 al 18 marzo, in circa 90 città italiane, tornano i gazebo informativi e i check-up oculistici gratuiti per adulti e bambini.