Serie A, Milan-Genoa: probabili formazioni e pronostico

Serie A, Milan-Genoa: probabili formazioni e pronostico

Milan Genoa, diretta dal signor Russo di Nola, sabato 17 marzo 2017 alle ore 20.45, sarà l'anticipo serale della decima giornata di ritorno del campionato di Serie A. Per il Milan potrebbe trattarsi di una delle ultime chiamate per l'Europa, col tecnico Montella che dovrà mantenere alta la concentrazione del gruppo in un momento che presenta una triplice difficoltà.

Già privo di 5 titolari, Montella dopo 3 minuti è costretto al primo cambio, per l'infortunio di Bertolacci.

Il Genoa prova a sfruttare questa disposizione dei rossoneri e al minuto 11′ arriva sul fondo con Lazovic: palla in mezzo tesa ma Taarabt spara centrale tra le mani di Donnarumma. Nella ripresa aumenta la pressione e di conseguenza anche il numero delle occasioni rossonere, soprattutto con Deulofeu e Ocampos che sprecano un paio di ripartenze importanti.

Milan (4-3-3): Donnarumma; De Sciglio, Zapata, Paletta, Vangioni; Kucka, Bertolacci (3′ Locatelli), Mati Fernandez (29′ st Pasalic); Ocampos, Lapadula (42′ st Antonelli), Deulofeu. Mati? Sono molto contento per lui: è un calciatore che è bello vedere giocare e lo è ancora di più quando fa gol.

I siti RojaDirecta, LiveTv, Calcion, SkyStreaming ed altri portali streaming sono illegali come vi diciamo sempre e Sky è pronta a perseguire anche penalmente chi vedrà le partite su questi siti. A stretto giro, sinistro di Locatelli da fuori deviato da Munoz e controllato dal portiere senza grossi problemi.

C'è buon umore al Milan. Montella ha vinto sei su 12 match nella massima serie contro il Genoa, incluso il primo dei due derby disputati lo scorso anno sulla panchina della Sampdoria. E con un rasoterra di Taarabt creano la prima occasione della partita. Al 70' Ocampos sfonda a destra, Mati Fernandez s'inserisce ma non riesce a inquadrare la porta.

Al 23 novembre 2013 risale invece l'ultimo pareggio a San Siro: gol del vantaggio dei padroni di casa di Kakà e pareggio su rigore dei Grifoni con Gilardino, mentre Mario Balotelli mancò proprio dal dischetto la possibilità di riportare avanti il Milan. Tanti giocatori che non hanno mai giocato insieme hanno comunque fatto bene.