Sampdoria, Ferrero 'romanista': "Asfaltiamo la Juve, darò un premio ai calciatori"

Sampdoria, Ferrero 'romanista':

"Tutti noi, in primis, abbiamo avuto le nostre rimostranze verso gli arbitri". Non servono alibi, non c'è gara senza direttore di gara, ne diamo a calciatori che non ne hanno.

Ferrero aggiunge: "Valeri è un grande, due anni fa ha sbagliato contro di me, non sto facendo retorica".

"Sto facendo bene, non ho debiti, Sto facendo un centro sportivo: la Sampdoria non è in vendita - ha sottolineato il patron ai microfoni di 'Centro Suono Sport' - È falso che Sabatini sia coinvolto anche perché la squadra non è in vendita". Lasciamoli lavorare. Ogni anno perdiamo spettatori, li prende il rugby. "Anche io ho subito dei torti, ma mi sono reso conto che non sono fatti in malafede e che fare l'arbitro è un brutto mestiere".

Le proposte di Ferrero - Polemiche arbitrali a parte, Massimo Ferrero ha poi esposto alcune idee per provare a migliorare il sistema calcio: "Pensiamo a levare le barriere dagli stadi, la tessera del tifoso, facciamo una Lega forte e non una 'slega', nel condominio di casa mia siamo più uniti.", le parole del presidente blucerchiato. "Si svegliassero. Basta rompere i coglioni agli arbitri". Come si può parlare male della Rai perché trasmette una cosa... cerchiamo di fare profitto, non solo con le televisioni, sennò il calcio fa la fine del cinema. Non è che ha fatto apposta. Dobbiamo dare un'impressione bella.