Real Madrid a Palazzo Caracciolo. Fischi e pizza per Ronaldo, che ressa!

Dimora di vari personaggi illustri come il principe d'Elbeuf o il generale francese Championnet il palazzo dal 1800 rimase disabitato ma sempre di proprietà della famiglia Caracciolo.

Infatti, l'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia italiano dopo la partita Napoli-Benfica ha pubblicato il movimentato grafico del sismografo, che dimostrava che appena terminato l'inno sono stati registrati lievi tremori nel terreno, quando i 42 mila spettatori cantavano l'inno. Si sono commossi alla spiegazione di come il nostro fondatore Dalla Via e i suoi ragazzi negli anni cinquanta lo abbiano tolto al degrado e al ruolo di discarica al quale era stato abbandonato, donando alla città e ai ragazzi del quartiere un posto dove giocare. L'anticipo della festa registra anche la presenza di numerose troupe televisive. "I napoletani sono incredibili, che città!", ha affermato Cristiano Ronaldo. All'andata la squadra di Sarri ha perso per 3 reti a 1.

Aumentano i curiosi all'esterno di Palazzo Caracciolo, in attesa dell'arrivo del Real Madrid. "È sicuramente - ha aggiunto lo slovacco - una delle una delle più importanti della mia carriera, difficilmente la dimenticherò". Alla Stazione Marittima si attende la arrivo di centinaia di supporter spagnoli, quelli ancora sprovvisti di biglietti che potranno acquistare fino alle 21.

Arbitra il turco Cakir - Il turco Cuneyt Cakir arbitrerà Napoli-Real Madrid, ritorno degli ottavi di finale di Champions League. "La pressione - ha detto Sarri - è tutta per loro, ma segnano da 46 partite consecutive almeno un gol ed è normale che passino il turno". Noi se abbiamo il tre per cento delle possibilità di passare ce lo giocheremo fino alla fine.