Quali sono i "bisogni speciali" delle persone con Sindrome di Down?

Quali sono i

Il grado di assistenza non cambia la natura delle esigenze, cioè non rende speciali dei bisogni semplicemente umani.

Le persone con la sindrome di Down non hanno bisogni speciali.

La Giornata Mondiale della Sindrome Down, World Down Syndrome Day (WDSD), è nata nel 2006 e viene celebrata in tutto il mondo.

"L'espressione "bisogni speciali" è un eufemismo molto diffuso per parlare delle persone con disabilità e delle loro necessità - ricordano da Coordown, che riunisce le associazioni del settore -". Persone che hanno le stesse esigenze di chiunque altro: studiare, lavorare, avere delle opportunità, far sentire la propria voce ed essere ascoltati.

La dodicesima edizione della Giornata Mondiale sulla sindrome di Down, in programma martedì 21 marzo 2017, è dedicata proprio al tema della piena inclusione e della partecipazione diretta e consapevole delle persone con sindrome di Down alla vita sociale e politica della propria comunità.

Dietro questa simpatica iniziativa, come spiegano gli organizzatori, si manifesta la volontà di sensibilizzare la popolazione del Continente sulla sindrome coinvolge dai bambini agli adulti al fine di documentare e mostrare la realtà con occhi diversi. La scelta della data 21/3 non è casuale: la sindrome di Down, detta anche Trisomia 21, è caratterizzata dalla presenza di un cromosoma in più - tre invece di due - nella coppia cromosomica n. 21 all'interno delle cellule. Ma è proprio così che vengono definiti i bisogni delle persone con sindrome di Down. Dopo aver postato su Facebook, Instagram o Twitter con l'hashtag #socksbattle4DS, si chiede ad un collega di fare lo stesso.