Peugeot acquista Opel: nasce una nuova potenza europea

Peugeot acquista Opel: nasce una nuova potenza europea

L'acqusito e' stato perfezionato per la somma di 1,3 miliardi di euro. Il gruppo PSA ha infatti reso noto di aver raggiunto l'accordo economico e legale con la casa automobilistica americana per il brand Opel/Vauxhall. Per Psa, il 2016 è stato il terzo anno di crescita consecutivo. Escluso dall'accordo il centro di ingegneria di Torino, che rimarrà dunque in mano a GM. E mentre Opel continuava a segnare 'rosso fisso', Gm cominciava a crescere in Cina, si rafforzava sul mercato domestico Nord Americano e cominciava ad investire nella tecnologia della guida autonoma. Per il gruppo PSA l'acquisizione dell'Opel rappresenta un importante balzo nel panorama dei costruttori europei.

Il gruppo francese incrementa la sua capacità di produzione, passando da tre a oltre quattro milioni di veicoli prodotti ogni anno. Psa conta su un ritorno alla redditività di Opel e Vauxhall nei prossimi tre anni, "con un margine operativo corrente del 2% entro il 2020 e del 6% entro il 2026". Il gruppo PSA se ne farà carico in una parte ridotta, e per di più attraverso un finanziamento garantito dalla GM, per evitare qualsiasi rischio finanziario inerente questo problema.

Ovviamente l'integrazione totale di Opel non sarà immediata, ma occuperà alcuni anni nei quali manterrà la sua autonomia di bilancio. Inoltre questa concessione dell'utilizzo dei brevetti GM inerenti il modello elettrico avrà avere una scadenza nel tempo.

"Nel quadro dell'alleanza annunciata oggi tra Groupe PSA e la filiale di GM, Opel, Groupe PSA e BNP Paribas intendono acquisire congiuntamente le società di finanziamento Opel/Vauxhall e finalizzare una partnership strategica a lungo termine con i marchi Opel e Vauxhall". Nell'immediato c'e' anche una collaborazione per realizzare una nuova generazione di piattaforme auto di segmento A che Opel, Peugeot e Citroen utilizzeranno in Europa e in altri mercati.

Il manager ha ancora una volta rassicurato sul fatto che "verranno rispettati tutti gli impegni presi da Opel sui posti di lavoro" e che "l'ottenimento di queste sinergie non è legato a tagli agli organici".