Parigi-Nizza 2017, la prima di Sonny Colbrelli

Parigi-Nizza 2017, la prima di Sonny Colbrelli

Sonny Colbrelli, bresciano di ventisei anni, alla Parigi-Nizza sbuca sotto una divisa tra il palombaro e l'esploratore artico, nella pioggia e nel freddo, sul traguardo della seconda tappa, 200 km scarsi da Rochefort-en-Yvelines ad Amilly, e sprinta su Degenkolb, primo a Sanremo nel 2015 e Demare, primo nel 2016 (col dubbio dell' "aiutino" sulla Cipressa, che avrebbe, secondo qualcuno, di fatto attaccato a un'ammiraglia). A circa 250 metri dall'arrivo Sonny Colbrelli ha lanciato per primo la volata riuscendo a sorprendere tutti per un attimo: Démare si prontamente messo in scia, ma la progressione del bresciano della Bahrain-Merida è stata irresistibile e ha ricacciato indietro il francese proprio quando sembrava che si stesse avvicinando. Colbrelli, partito lungo, ha firmato una volata di testa resistendo con grande forza al tentativo di ritorno di Degenkolb e Demare. Terzo Alexander Kristoff (Katusha - Alpecin) che regola un drappello di otto corridori. Questa fase così caotica è costata carissima all'australiano Richie Porte, vincitore di due edizioni della Parigi-Nizza, che ad un certo punto si è lasciato sfilare dal gruppo esausto: il capitano della BMC è finito presto nelle retrovie e terminerà la tappa con più di 14 minuti sul groppone dando addio ai sogni di tripletta. Arnaud Demare (Fra, Fdj); 4. Anche oggi Alberto Contador si è quindi trovato a dover inseguire ed a metà corsa il suo ritardo ha sfiorato i due minuti. "Julian Alaphilippe (Fra) a 6"; 3. Groenewegen (Ola); 5. Laporte (Fra); 6.

A proposito di classiche: nella seconda tappa anche una prova generale dìautore di Philippe Gilbert, con curriculum pesante, una Liegi, due Lombardia, un Mondiale, che va in fuga e poi si fa una decina di chilometri da solo mettendo il gruppo in fila. Greipel (Ger); 9. Kristoff (Nor); 10.