Omicidio a Monte Sant'Angelo, 44enne ucciso a fucilate in via Estramurale

Attimi di paura all'alba di questa mattina a Foggia, nel Gargano, dove un uomo di 44 anni è stato ucciso e colpi di fucilate tra le strade di Monte Sant'Angelo, nella zona periferica di via Estramurale. La vittima è Giuseppe Silvestri, persona ritenuta dagli inquirenti elemento di spicco di un clan locale e uno dei principali fiancheggiatori del boss Giuseppe Pacilli. L'uomo era a bordo del suo Fiat Doblò mentre si recava a lavoro.

Silvestri era un lavoratore socialmente utile, a servizio del Comune di Monte Sant'Angelo. Almeno cinque quelli che lo hanno raggiunto in più parti del corpo, uccidendolo. Secondo gli inquirenti, il 43enne si stava recando proprio nella sua masseria quando ha incontrato l'uomo, o il commando, che lo ha ucciso.

Poco dopo il ritrovamento del cadavere, infatti, sul posto è giunto anche Giuseppe Gatti, il magistrato della direzione distrettuale antimafia di Bari titolare di numerose inchieste di mafia in provincia di Foggia.