Mps, va avanti il confronto Europa-Roma sul piano industriale

Mps, va avanti il confronto Europa-Roma sul piano industriale

Si riunisce oggi il Cda di Banca Mps per l'approvazione del progetto di bilancio 2016 (che potrebbe subire qualche variazione rispetto ai numeri preliminari comunicati lo scorso 9 febbraio) e per esaminare la bozza del nuovo piano industriale da trasmettere poi al Ministero dell'Economia per l'avvio formale del confronto con la Commissione Ue e con la Bce. Ora il prossimo step è arrivare a siglare un accordo con tra aprile e maggio, visto che le voci della divisione tra Commissione europea e BCE sono state smentite sia da Francoforte che da Bruxelles. Domani è in programma il cda di Rocca Salimbeni sul piano stesso. Stessa musica per il Total Capital Ratio che sale al 10,40%, 15 punti base in più rispetto al dato preliminare. L'indice è usato per "valutare l'adeguatezza patrimoniale" della banca.

La commissaria ha anche sottolineato che la Commissione sta affrontando la materia con grande cautela in quanto si tratta della prima volta che viene applicata la direttiva Brrd sulle ricapitalizzazioni precauzionali.