Morto Fausto Mesolella, addio ad un grande esponente della musica italiana

Morto Fausto Mesolella, addio ad un grande esponente della musica italiana

E si è spezzata all'improvviso giovedì per un malore, a Caserta, la sua città. Fabrizio Bentivoglio ha raccontato le avventure di un musicista che aspira a diventare chitarrista professionista per evitare il militare, tra feste di piazza e impresari poco raccomandabili. Nato a Caserta il 17 febbraio del 1953, è deceduto nella propria abitazione dove viveva con la moglie.

Il sindaco di Macerata Campania Stefano Cioffi, a nome dell'amministrazione comunale ed in rappresentanza dell'intera cittadinanza, ha deciso di indire lutto cittadino in seguito alla prematura dipartita di Fausto Mesolella per la giornata di venerdì 31 marzo.

Sempre nel 2007 è produttore artistico dell'album degli Avion Travel Danson Metropoli, che in poco tempo diventa disco d'oro. "Com'è possibile?!? Ci incontreremo sicuramente nell'altra dimensione", scrive sui social Red Ronnie, il primo a rilanciare la notizia. Con gli Avion Travel nel 1987 vince la prima edizione di San Remo rock. Forma diversi complessi fino al 1986 quando entra a far parte della Piccola Orchestra Avion Travel.

Al festival di Sanremo del 1998 con gli Avion Travel, Mesolella ha vinto il premio della critica, il premio come miglior arrangiamento e quello come miglior canzone per la canzone 'Dormi e sogna'. Nel 2001 compone una canzone dal titolo "Si volto'" per l'album "Cieli di Toscana" di Andrea Bocelli. La colonna sonora, composta dallo stesso Mesolella, gli frutta il premio Ennio Morricone come miglior compositore all'Italia Film Festival di Roma.