Miccoli (Pd): per la prima volta sindaca assente a Fosse Ardeatine

La sindaca, come già annunciato nei giorni scorsi, si è presa cinque giorni di vacanza "su suggerimento dei medici" dopo che a fine febbraio scorso è stata ricoverata a causa dello stress eccessivo. Roma deve ritrovare il suo posto nel mondo, che non è certo una proprietà dei palazzinari e dei mafiosi. "Perfino Gianni Alemanno", ha detto la senatrice dem Monica Cirinnà in riferimento all'ex sindaco An, "con senso istituzionale non dimenticò di rendere omaggio alle vittime del grave eccidio". "Con la giustificazione che sta sciando" ha attaccato duramente su Facebook Marco Miccoli, deputato romano del Pd. Alla cerimonia, che precede l'anniversario vero e proprio del 24 marzo, erano presenti il Capo dello Stato Sergio Mattarella, il presidente del Senato Pietro Grasso, vicepresidente della Camera Simone Baldelli, il ministro della Difesa Roberta Pinotti e i vertici delle forze armate. "Assenza sindaca Raggi da celebrazioni Fosse Ardeatine ne è ennesima dimostrazione". "Sciacallaggio contro di me non si ferma neppure di fronte al valore della Memoria", ha postato Raggi sulle critiche alla sua assenza alla cerimonia. Queste persone hanno invece preferito tranre argomento per cimentarsi in una gratuita polemica politica squallida e strumentale. "Hanno dimenticato il rispetto dovuto a questa commemorazione" ha scritto su Facebook.

Un'altra polemica ha coinvolto la sindaca di Roma Virginia Raggi. "Ma almeno il comune si sta informando su romana ferita a Londra?". "Nel M5S tanti giovani senza nessuna memoria storica". Dello stesso avviso anche Gennaro Migliore, esponente del Pd e sottosegretario alla Giustizia: "Virginia Raggi assente alle celebrazioni delle Fosse Ardeatine". E di "assenza gravissima" parla anche la consigliera regionale di Art. 1 - Movimento democratico e progressista, Marta Bonafoni. "Esserci è importante, non è un fatto solo simbolico perché quando uno ritorna sui passi della storia la riporta dentro il presente e non la lascia solamente sui libri". Forse la Raggi è ancora sulla neve a sciare?