La Bella e la Bestia sarà bannato in Russia?

La Bella e la Bestia sarà bannato in Russia?

Le Tont, il personaggio gay di La Bella e la Bestia, mette nei guai l'attesissimo remake in live action del classico d'animazione Disney, in arrivo nelle sale italiane il 16 marzo.

In Russia, come ben sappiamo, la cosiddetta propaganda gay è bandita dal 2013 e in queste ultime ore nel Parlamento russo si è fatta concreta l'ipotesi che il nuovo film della Disney possa in qualche modo influenzare le menti dei più piccoli a causa di quella che hanno definito "spudorata propaganda del peccato". Il regista Bill Condon in precedenza ha rivelato che l'adattamento live-action avrà "un bel momento esclusivamente gay" tra LeFou e Gaston (interpretato da Luke Evans).

Un drive-in di Henagar, in Alabama, ha annunciato che non proietterà il film, a seguito delle proteste di cattolici ultra-tradizionalisti.

Il film Disney da La Bella e La Bestia arriverà nelle sale di tutta Italia il prossimo 16 marzo.

A quanto pare non in tutto il mondo si è ancora accettata l'omosessualità.

"Non appena avremo una copia del film con documenti rilevanti per la distribuzione, si prenderà in considerazione in base alla nostra legge", ha detto Medinsky alla BBC.

"Non porterò i miei figli a vedere questo film", ha reso noto il celebre attore Pavel Derevyanko attraverso i microfoni della TV di stato russa Russia 24.