Inter, Pioli: "Voci sulla panchina? Non perdo la serenità. Obiettivo 3° posto"

Inter, Pioli:

Critiche. "Niente di nuovo o inaspettato".

"Contro la Roma volevamo sviluppare la partita in maniera diversa". In passato abbiamo avuto qualche stop e siamo stati sempre bravi a reagire. Cambierei qualcosa con la Roma? - "Non c'è mai la controprova, ho schierato la formazione che reputavo migliore. Qualcosa non ha funzionato specie negli episodi decisivi dove potevamo fare di più". Noi intanto pensiamo a migliorare sul campo, poi in estate vedremo se ci saranno le occasioni per rinforzare la rosa. "Abbiamo perso una battaglia, non abbiamo ancora perso la guerra".

L'Inter ha vinto tutte le partite che doveva vincere e perso quelle che non doveva perdere. Abbiamo perso una battaglia, ma non la guerra che ci deve portare al terzo posto. La cosa che importa adesso è ripartire velocemente e concentrarci soltanto sul Cagliari.

IL CAGLIARI - "Ho preparato la trasferta cercando di giocare meglio degli avversari ed essere efficaci".

Pioli poi conclude: "Il nostro limite è la percentuale di occasioni sfruttate rispetto a quelle create". Siete dei fenomeni... Per me certe voci non esistono. Qualità ed estro in fase offensiva, Pioli e tanti fantallenatori sperano anche di rivedere un gol dell'argentino che manca dalla gara contro la Lazio del 21 dicembre. Come sulle piccole cose, i dettagli.

Per Pioli il lavoro del presente è fondamentale per il futuro: "Se guardiamo le ultime classifiche, le prime tre sono sempre state Juve, Napoli e Roma".

ARBITRI E CLIMA - "Credo che sia purtroppo la normalità".

L'allenatore è convinto che presto l'Inter tornerà a lottare per i primi posti in classifica: "La qualità c'è ed è anche tanta. Ma dentro questa squadra ci sono i valori per avvicinarci alle altre". Bisogna trasformare in gol anche situazioni sulla carta non pericolose. Probabile, dato che l'argentino al momento è favorito sugli altri. Ci aspetta una partita contro una squadra che giocherà a viso aperto e cercherà di batterci. Noi abbiamo solo una possibilità: vincere più partite possibili. "Questa stagione è importante gettare le basi giuste, poi per l'anno prossimo serviranno innesti di personalità e qualità". Ripartiamo subito, ora pensiamo al Cagliari. Proprio i problemi fisici di Brozovic e Joao Mario potrebbero spianare la strada a Banega verso una maglia da titolare, per formare insieme a Candreva e Perisic il terzetto di trequartisti alle spalle di Mauro Icardi.