In arrivo funzionalità premium a pagamento — Twitter

In arrivo funzionalità premium a pagamento — Twitter

Si tratta di una novità interessante che potrebbe lanciare una rivoluzione in ambito web. Addirittura Twitter non sarebbe mai riuscito a chiudere un bilancio in utile in questi anni, tanto che, al netto delle perdite annuali, Twitter rischia di farsi superare da Baidu, il suo epigono cinese che continua a crescere in positivo.

Che i conti di Twitter non stiano andando alla grande non è un mistero e, dopo il calo del 5% della raccolta pubblicitaria negli USA fatto segnare nell'ultimo trimestre, potrebbe esserci proprio la volontà di rafforzare il fatturato dietro un sondaggio che il social network cinguettante sta facendo in questi giorni per testare l'eventuale interesse degli utenti a pagare per avere funzionalità premium.

Esattamente come accade per ogni locale o bar di tipo "fisico" ormai divenuto malfamato, l'unica soluzione possibile per cercare di risollevare le sorti di un sito vittima di una crisi senza confine pare rappresentata dal duplice filtro rappresentato dalla selezione all'ingresso e dalla divisione delle utenze, in "normale" e premium, finalizzata a garantire ai veri appassionati di Twitter la possibilità di fruire della piattaforma indisturbati e di separarsi così dalla marea di fake e troll che infesta il social network.

In sintesi, si pagherà per avere un maggior numero di informazioni e servizi legati ai tweet: dai prospetti analitici, agli avvisi delle breaking news, passando per la possibilità di restare aggiornati anche sui tweet postati da propri follower.

Alcune fonti affermano che i lavori per dare concretamente il via al servizio non sono ancora iniziati e che Twitter si trova nella fase ricognitiva. Trattandosi di uno screenshot realizzato e condiviso per fini illustrativi, l'esatto contenuto del servizio - sempre ammesso che si faccia realmente - potrebbe variare.