Il web contesta "Parliamone sabato", Rai chiude il programma

Il web contesta

Invece, si è trasformato nell'ennesima grana per la Rai, finita sul banco degli imputati per servizio sulle donne dell'Est andato in onda sabato, nel corso della trasmissione "Parliamone sabato" di Paola Perego. Una lista che ha scatenato una forte indignazione sui social e suscitato dure reazioni nel mondo della politica e della cultura.

Donne e uomini "moderni" si lamentano di queste sei voci inserite nella slide che ha fatto da spunto per la conversazione in studio e se alcuni chiedono addirittura la sospensione del talk show pomeridiano di Paola Perego, altri hanno evidenziato il fatto che proprio il direttore di Raiuno Andrea Fabiano ha ammetto l'errore chiedendo scusa pubblicamente. Trasmissione poi chiusa come da ordine del direttore generale Antonio Campo Dall'Orto, che ha dichiarato: "I contenuti contraddicono in maniera indiscutibile sia la mission del Servizio Pubblico che la linea editoriale che abbiamo indicato sin dall'inizio del mandato". Nella puntata di qualche giorno fa il tema proposto alla discussione Motivi per scegliere una fidanzata dell'Est ha sollevato non poche polemiche. "Perdonano il tradimento". Non sono mancati ovviamente commenti sulle prestazioni sessuali delle donne dell'est, argomenti che di certo in una fascia pomeridiana non dovrebbero essere trattati e in particolar modo su una emittente pubblica. "Personalmente mi sento coinvolta in quanto donna - conclude - mi scuso". E ancora al sesto punto "Non frignano e non mettono il muso". La domanda che però sorge spontanea è una e probabilmente non troverà risposta: qualcuno pagherà per l'errore commesso oppure, come al solito, si cercherà di far raffreddare la polemica allo scopo di relegarla nel solito affollato dimenticatoio dove finiscono tutte le sciocchezze combinate dai dipendenti del servizio pubblico? "Chiedo scusa a tutti per quanto visto e sentito".

Il programma, condotto da Paola Perego, nella puntata incriminata di sabato scorso aveva registrato il 10,63% di share media con 1,281 milioni di spettatori con un'età media di 65 anni. Ma sabato è successa una cosa enorme: se si arriva a rompere il patto di fiducia con i telespettatori e a dare una rappresentazione completamente inaccettabile delle donne, significa che nessun campanello d'allarme è suonato.

Sabato pomeriggio all'interno del programma La vita in diretta si sono analizzati i 6 motivi per cui le donne dell'est sarebbero migliori come fidanzate.