Il Sassuolo trionfa al torneo di Viareggio, Empoli battuto ai rigori

Il Sassuolo trionfa al torneo di Viareggio, Empoli battuto ai rigori

Al termine dei supplementari le due squadre erano sul 2 a 2. I neroverdi hanno conquistato per la prima volta il trofeo, giunto alla 69^ edizione.

Trionfare in uno sport di squadra, battagliando e vincendo soprattutto nell'1vs1, in quel duello per antonomasia che ci fa parlare di lotteria anche quando in realtà c'è ben poco di casuale.

La prima a farne le spese è stata la Fiorentina, seguita ai quarti dall'Inter e in semifinale dal Torino. Il Sassuolo si aggiudica il torneo senza aver vinto una singola partita nella fase ad eliminazione diretta, con quattro successi ottenuti dal dischetto (20 rigori realizzati su 25) e con sole 2 vittorie in 7 partite totali. "Alla fine credo che ce lo siamo meritato contro un Empoli davvero forte". E pensare che fino a una manciata di secondi dal triplice fischio i toscani già assaporavano il trofeo, ma poi l'attaccante Gianluca Scamacca ha firmato il gol del pareggio in extremis.

Nei supplementari succede poco o nulla, la paura e la stanchezza hanno la meglio ed i 30 minuti che passano sono solo il preludio all'inevitabile, La cronaca di una morte annunciata, citando Gabriel Garcia Marquez. I successivi rigori premiano i giovani neroverdi: il rigore decisivo è siglato da Scamacca.

SASSUOLO: Costa; Gambardella (65′ Bruschi), Rossini, Ravanelli, Masetti; Abelli (46′ Diaw, 84′ Cipolla), Marin, Franchini (46′ Caputo); Adjapong, Scamacca, Pierini. A disposizione: Vitali, Celia, Tinterri, Viero, Romairone, Denti, Palma, Piscicelli. (29′ st. Jakupovic), Manicone (29′ st. Olivieri). (E), 42′ Manicone (E); 34′ st. Scamacca (S).

Sequenza dei rigori: Pierini (S) gol, Damiani (E) fuori, Bruschi (S) gol, Pejovic (E) parato, Ravanelli (S) parato, Jacupovic (E) gol, Masetti (S) gol, Di Leo (E) gol, Scamacca (S) gol.