Falso Viagra in vendita nel sexy shop, sequestri e denuncia nel Salento

Le pastiglie e bustine, prodotte in Cina e India, sono a base di sildenafil e tadalafil, i principi attivi di Viagra e Cialis, e poi di lidocaina, un potente anestetico locale.

Farmaci cinesi e indiani - L'inchiesta, coordinata dal Pm di Ravenna Angela Scorza, ha portato anche a 63 perquisizioni in abitazioni e sexy shop (28, per l'esattezza, e in diverse regioni) riconducibili a 36 indagati.

Tutto a un tratto è proselito quanto a un revisione inquisitorio compiuto dalle Fiamme Gialle che Ceramica nei confronti che un erotico shop sopra che Ravenna, nel lezioni del quale i Finanzieri hanno rinvenuto alcune abiti fatti che prodotti cosa, a filza che relazione disposta dalla che Ravenna, sono risultati persona veri e propri farmaci né autorizzati.

E' stata dunque ricostruita l'intera "trafila" distributiva dei prodotti illegali, al finale che interromperne i flussi che smercio, nel primo destinazione che patrocinare la redenzione che quanti sconsideratamente avrebbero potuto procurarsi tali prodotti in prossimità un erotico shop ed assumerli al che all'esterno che qualsivoglia revisione , esponendosi a gravi rischi.

Attraverso tale soggetto sono quindi stati individuati 28 diversi sexy shop ubicati su gran parte del territorio nazionale (Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte, Marche, Abruzzo, Campania, Puglia e Sicilia), che acquistavano le sostanze medicinali illegali (Kamagra, Cobra, Super Dragon, P-Force, Cenforce, Stud 100, Silde, Extra Strong, questi i nomi di alcune di esse).

E' stato fermato un uomo di Perdenone accusato di eludere i controlli sui medicinali inviandoli ai sexy shop e occultandoli all'interno di scatole, insieme con articoli per adulti di tipo lecito che fungevano da carichi di copertura.

I sexy shop inoltre sono stati perquisiti. Le Fiamme Gialle hanno rinvenuto oltre 10mila confezioni di farmaci dannosi. Proprio durante le perquisizioni dei sexy shop interessati al traffico illecito dei farmaci illegali, è stata riscontrata la flagranza del reato di commercio di sostanze medicinali contraffatte e, pertanto, per 11 titolari di alcuni esercizi di Milano e provincia, di Torino, Brescia, Ravenna, Forlì, Taranto e delle province di Bologna, Rimini, Macerata e Caserta sono scattati gli arresti.

Nel corso delle attività, sono state rinvenute e sequestrate anche banconote false per un valore di 780 euro, oltre a 40mia euro contanti, 47 proiettili per arma corta e circa mezzo chilo di sostanze stupefacenti del tipo marijuana oltre ad un bilancino di precisione.