Facebook vs BBC: disputa aperta per i contenuti perdopornografici

Facebook vs BBC: disputa aperta per i contenuti perdopornografici

Nonostante moltissime segnalazioni volte all'eliminazione di immagini di pornografia giovanile, la maggior parte di queste non è stata eliminata dal social. La BBC afferma di aver chiesto all'azienda la rimozione di decine di fotografie a contenuto pedofilo ma solo 18 sono state cancellate (meno del 20%). Le restanti 82, secondo la policy di Facebook, non costituirebbero una violazione ai termini di utilizzo previsti dal regolamento.

Nel corso della sua inchiesta la BBC sarebbe riuscita a contattare il responsabile della Privacy di Facebook, Simon Milner, che ha promesso di rilasciare una intervista all'emittente, non prima però di aver potuto visionare il materiale pedopornografico segnalato sul social network.

Facebook ha sostenuto che si tratta di una prassi standard, poiché è vietato per chiunque distribuire materiale pedopornografico.

E quanti, invece, diffondono quelle immagini su tutto il pianeta? In tutta risposta, il direttore David Jordan ha evidenziato come i dirigenti di Menlo Park non si siano voluti impegnare in un'intervista, solo perché le immagini sono transitate all'interno della piattaforma.

Dal canto suo anche il Presidente della Commissione Parlamentare sui media, Damian Collins, è stato molto critico con Facebook. "Questo fa nascere domande su come gli utenti possano effettivamente porre dubbi a Facebook su ciò che circola sulla piattaforma, su ciò che non dovrebbe esserci e se possano essere sicuri che ci saranno azioni conseguenti".