Equitalia Padova, apertura straordinaria per la rottamazione delle cartelle

Equitalia Padova, apertura straordinaria per la rottamazione delle cartelle

L'obiettivo è quello di poter servire il maggior numero di cittadini in considerazione dell'alta affluenza che si sta registrando in queste settimane soprattutto da parte di chi vuole aderire alla definizione agevolata che permette ai contribuenti di pagare cartelle e avvisi senza sanzioni e interessi di mora. L'Informativa n. 136/2016 redatta da Equitalia e presentata nel dicembre 2016 al Convegno sulla rottamazione delle cartelle esattoriali organizzato dal Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili (CNDCEC) ha chiarito le condizioni riguardo al saldo delle rate scadute a dicembre 2016. A guidare la classifica sono i romani con 37.419 istanze, seguita da Milano dove le domande ammontano a 21.927. Un'affluenza che fa ben sperare il governo, che dalla rottamazione delle cartelle si aspetta di incassare 3,4 miliardi in due anni. Seguono Bari (11.012), Torino (10.890), Firenze (5.750), Bologna (5.600), Reggio Calabria (4.828), Genova (4.777) e Venezia (3.844). Inoltre, l'amministratore delegato di Equitalia, Ernesto Maria Ruffini, ha chiesto ai dirigenti di sostenere il lavoro straordinario di queste settimane.

Per garantire massima assistenza ai contribuenti interessati alla definizione agevolata, Equitalia ha deciso di tenere aperti 15 sportelli anche di pomeriggio dal 6 al 31 marzo. In una nota inviata ai vertici dirigenziali, infatti, ha richiesto di "essere presenti da subito agli sportelli in modo operativo e coordinato per affiancare i colleghi al front office e di coinvolgere le risorse a vostra disposizione".

Entro il 31 maggio 2017, Equitalia invierà una comunicazione al contribuente in merito all'accoglimento della domanda, nella quale sarà indicata la somma dovuta e i relativi bollettini con le date di scadenza dei pagamenti.

Entro fine mese devono essere corrisposte le rate scadute a dicembre 2016 per i soggetti che avevano dilazioni in corso al 24 ottobre 2016.