Corona, teste, 20mila euro a "ospitata"

I testi hanno cambiato versione rispetto a quanto affermato in precedenza agli investigatori, accusando Corona: "Incassava fino a 20mila euro per le sue serate, non l'ho detto prima, quando sono stato interrogato dai carabinieri, perché avevo paura" ha detto ad esempio uno dei collaboratori dell'ex re dei paparazzi. "Mi sono rivolto a lui - ha spiegato in aula - perchè come uomo marketing è uno dei migliori in Italia". A dirlo in tribunale a Milano è stato Mario Nicoli, ex collaboratore di Fabrizio Corona, sentito come teste al processo a carico dell'ex agente fotografico per la vicenda dei 2,6 milioni di euro ritrovati, in parte, nel controsoffitto dell'abitazione di Francesca Persi (anche lei imputata), in parte in Austria. Nicoli ha riferito in Tribunaledi avere accompagnato più volte Corona a sue 'ospitate' neilocali notturni e di averlo visto "incassare molti soldi incontanti".

Migliaia di euro di cachet per semplici comparsate, spesso e volentieri versati in contanti e in nero. Per la difesa di Corona, gli ingenti guadagni in nero del fotografo sarebbero la spiegazione per le somme nascoste in casa. "Per le serate prendevamo tra i 1.000 e i 1.500 euro in contanti e ce li dividevamo al 50 per cento con Fabrizio", ha dichiarato davanti al tribunale.

"Non lo rifarei più - ha detto ai giornalisti uscendo dall'aula - adesso mio figlio si sponsorizza da solo".

Soddisfatti i difensori di Cotona, gli avvocati Ivano Chiesa e Luca Sirotti, che puntano a dimostrare che l'ex fotografo dei vip era una "macchina da soldi", anche se in nero, e "l'unico arrestato per un problema solo fiscale". "Poi l'ho messo in contatto anche con altri miei amici di facebook, tra cui 4-5 parrucchieri e un barista". A quel punto, l'uomo ha ammesso che Corona venne "sicuramente" pagato in nero da un suo amico, l'uomo che lo aveva messo in contatto con l'ex fotografo. Il giovane accompagnò Corona ad alcune serate in discoteca. "Assolutamente no", ha assicurato.

All'udienza di oggi erano attesi anche altri due testimoni che però non si sono presentati in aula.