Confindustria pronta a ridurre il peso nel Sole

Confindustria pronta a ridurre il peso nel Sole

"Più scendiamo e più il giornale è contendibile, e questo è un bene per la società".

"Roberto Napoletano ad oggi è fuori dal giornale e la nostra intenzione è quella di voltare pagina". Un "vecchio" responsabile, Napoletano, che secondo l'amministratore delegato Gabriele Del Torchio "travalicava il suo ruolo partecipando ai Cda" con le spese, stando a quanto sostiene l'ex consigliere Nicolò Dubbini, che "rappresentavano una voce di costo non indifferente per il bilancio e non erano soggette all'approvazione del management". "Non sono così pazzo da rispondere per gli altri", ha affermato. Se ci sono le condizioni, sicuramente, mi dispiace ma non potremo fare altro perchè devo salvare le società, le persone che ci lavorano e gli attuali amministratori. "Noi abbiamo iniziato tra ieri e oggi, abbiamo aperto il tavolo con il sindacato, non le so dire - ha risposto Fossa alla domanda di un deputato - oggi i numeri". "Si prevede una riduzione dell'organico: giornalisti, dirigenti, poligrafici, grafici e radiofonici". "Cercheremo di farlo nel rispetto di tutti, abbiamo accantonato una somma per accompagnare queste uscite".

Fossa ha mantenuto il riserbo sul numero degli esuberi, ma ha spiegato che saranno utilizzati tutti gli strumenti previsti dalla legge.

Per Fossa il Sole 24 Ore "deve tornare al passato e quindi a riproporsi come un giornale specialistico. Il Sole dovrà piuttosto tornare a essere il primo dei secondi giornali italiani" m ha aggiunto Giorgio Fossa.

Spiega Fossa, che l'aumento di capitale necessario è atteso nell'ordine di 50-70 milioni di euro, quando oggi la capitalizzazione in borsa de Il Sole 24 Ore non arriva nemmeno a 27 milioni. Adesso mi fa domande sul regno del possibile e su questo le dico di si'. "Poi entreremo nel merito nei prossimi giorni" ha precisato arrivando alla presentazione della nuova federazione Moda, tessile e accessorio. Dopo i grandi sprechi e i macroscopici errori che sono stati fatti negli ultimi anni, ci troviamo di fronte a una situazione tale che gli azionisti, a partire da Confindustria, devono fare la loro parte. "Sarà monotematico sull'argomento ma intanto aspettiamo, se non abbiamo dati, chiaramente, non andiamo avanti".

Il presidente de Il Sole 24 Ore è stato ascoltato oggi nel corso di un'audizione alla Camera sulla situazione del gruppo editoriale.