CHAMPIONS, NAPOLI: disgelo De Laurentiis-Sarri, Hamsik suona la carica

CHAMPIONS, NAPOLI: disgelo De Laurentiis-Sarri, Hamsik suona la carica

L'ex Dinamo Zagabria si candida per una maglia da titolare anche contro il Real Madrid, forse la partita più importante dell'era De Laurentiis.

"La pressione domani è tutta sul Real Madrid, loro sono i favoriti. A loro non mette mai timore il casino, l'unica cos che può dargli timore è vedere gli occhi dell'avversario di chi vuole dare tutto".

"Siamo uniti per forza. Si può fare di più per tutelare le italiane in Europa". "Abbiamo parlato molto in generale di situazioni futuribili, possibili, non vedo altre possibilita' se non una convergenza di obiettivi", ha aggiunto Sarri.

Serve un colpo di genio? Con l'appassionato tifo azzurro al fianco anche Cristiano Ronaldo fa meno paura, è presto per Pasqua ma la passione napoletana è già cominciata. Hanno segnato più di tutti di testa e questo dimostra anche lo strapotere fisico. L' aspetto più importante è quello della fase difensiva. Qualche errore c'è stato, senza polemiche, ma si sapeva chi faceva la Champions e qualcosa non è stato tenuto in considerazione nel calendario.

Su Rog e Mertens: "Non so se Rog giocherà domani, il confine tra titolari e panchina è molto sottile ma quando ha giocato lo ha fatto bene".

Abbiamo fatto bene per 86′ minuti poi siamo andati in panico. Deve essere comunque una festa, ma l'obiettivo deve essere che certe partite devono diventare un'abitudine, ma ci dovremo lavorare. Con Sarri ha una buona relazione, con lui e con ogni persona nel Napoli. "Domani dobbiamo cercare di fargli giocare il minornumero di palloni con spazio a disposizione". Inutile parlare di marcature a uomo, altrimenti Maradona non sarebbe Maradona, invece lo e' diventato.

"Loro sono abituati alle grandi partite ed a condizioni ambientali non semplici". Poteva dire qualsiasi cosa, dove c'è fumo c'è fuoco così come le due idee sulla sceneggiatura: se De Laurentiis dà le idee sul campo.