Cartelle da rottamare, più tempo per decreto. Proroga al 21 aprile

Cartelle da rottamare, più tempo per decreto. Proroga al 21 aprile

Anche se, per la proroga dei termini della "definizione agevolata" delle cartelle, l'Esecutivo inciampa nel regolamenti parlamentari: presenta un emendamento che viene dichiarato illegittimo e ora dovrà correre ai ripari con un decreto ad hoc. Sempre per conto dei propri assistiti, i professionisti possono anche trasmettere dichiarazioni per aderire alla definizione agevolata ai sensi del D.L. n. 193/2016, convertito con modificazioni dalla Legge n. 225/2016, un provvedimento che ad oggi ha raggiunto quota 440 mila domande di adesione.

Sono tutt'oggi molti i contribuenti che continuano a richiedere informazioni su come rottamare la propria cartella Equitalia; la proroga della scadenza andrebbe a tutto vantaggio dello Stato, visto che con la rottamazione Equitalia 2017 il Governo si è posto l'obiettivo di recuperare almeno una parte di quei 760 milioni di euro non ancora riscossi.

Il governo varerà nei prossimi giorni un decreto legge per prorogare al 21 aprile l'adesione alla "definizione agevolata delle cartelle Equitalia", cioè della cosiddetta rottamazione.

Il seguente testo illustra come applicare la novella normativa che introduce la rottamazione delle cartelle esattoriali di Equitalia. Le sanzioni e gli interessi già pagati non si recuperano. Allo stesso tempo, slitterà in avanti dal 31 maggio al 15 giugno la scadenza entro la quale Equitalia sarà. Nel secondo caso, il contribuente dovrebbe effettuare il pagamento del 70% entro il 2017; il 30% dovrà essere saldato entro il mese di settembre 2018.

Solo due settimane, quindi, per capire se i contribuenti avranno più tempi a disposizione per decidere se aderire o meno alla rottamazione delle cartelle.

Tra le richieste del M5S non soltanto la proroga della scadenza al 21 aprile. In sostanza si consentiva la rottamazione dei contributi non versati, anche quando chi deve regolarizzare la sua posizione sia lo stesso ente previdenziale. Il pagamento della cartella scontata potrà esser fatto anche con la domiciliazione sul conto della banca, oppure con i bollettini precompilati. Entrando nell'area riservata del portale della società pubblica di riscossione, www.gruppoequitalia.it, gli intermediari e i loro incaricati abilitati ai servizi telematici dell'Agenzia delle entrate (ex art. 3 comma 3 DPR n. 322/1998), possono non solo visualizzare on line la situazione debitoria (cartelle di pagamento emesse dal 2000) e i piani di rateizzazione dei loro clienti, ma anche utilizzare una serie di funzionalità operative. Tuttavia, si ricorda sul sito Equitalia, non è possibile riprendere i versamenti del vecchio piano di dilazione se si paga in misura ridotta o in ritardo una rata successiva alla prima delle somme dovute per la definizione.

Il commissario sarà l'attuale amministratore delegato di Equitalia S.p.A, Ernesto Maria Ruffini.